BIODIVERSITA' E BIOPROSPECTING

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

Botanica generale e sistematica

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame orale è diretto a valutare la conoscenza dello studente in merito alla biodiversità vegetale, alle attività di ripristino ecologico e allo sfruttamento delle piante attraverso il bioprospecting

L’esame consiste di 3-4 domande. Le prima domanda è di carattere generale sugli argomenti del corso ed è diretta a capire il metodo di studio e di approfondimento dello studente. La seconda domanda è rivolta a valutare la capacità dello studente di aver compreso le principali tappe evolutive delle piante e gli studenti utilizzati per il loro studio. Le ultime due domande sono rivolte alle azioni di ripristino ecologico e alla bioprospezione e alla capacità dello studente di analizzare questi argomenti non solo sotto il profilo tecnico ma anche pratico.

Criteri di Valutazione: conoscenze scientifiche e tecniche in merito biodiversità vegetale e alla bioprospezione, capacità critica e di rielaborazione individuale, capacità di comunicazione e uso corretto del linguaggio tecnico.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Farmaci, alimenti e nuovi materiali derivano spesso dal mondo vegetale. Conoscere la biodiversità e l’evoluzione delle piante consente quindi di scoprire nuove molecole e fitocomplessi utili all’uomo.
L'obiettivo del corso è fornire strumenti per conoscere l'evoluzione della biodiversità vegetale e la ricchezza di molecole bioattive (bioproscpeting) racchiuse nelle piante ad uso cosmetico, nutraceutico e alimentare.

Contenuti

Il corso affronta lo studio della biodiversità vegetale partendo dall'analisi delle tappe evolutive che hanno permesso alle alghe di conquistare le terre emerse ed evolversi sino ad originare le attuali piante a fiore. L'approccio bioprospecting consentirà di guardare alla biodiversità anche con finalità pratica ovvero scoprire nuove molecole, geni, vie metaboliche ed fitocomplessi utili per l'industria.

Programma esteso

La biodiversità come risorsa di molecole e complessi bioattivi. L’origine delle vita, l’evoluzione degli organismi e la ricchezza metabolica. L’evoluzione delle piante dalle alghe alle terre emerse. Le tappe critiche dell’evoluzione e il ruolo dell’ambiente nella selezione della biodiversità. Le piante superiori: origine e diversificazione. Le angiosperme e la loro evoluzione. La flora d’Italia: origine e peculiarità. Biomi e interventi di tutela della biodiversità. Ambiente, biodiversità e risposte molecolari. La ricchezza vegetale per l’alimentazione e la salute. Le risorse di origine vegetali.
Marici di scarto e loro valorizzazione. Bioestrazione e Bioattività. Bioprospecting: sistemi di studio e prospettive. La domesticazione e la diversificazione dell’agrobiodiversità. Alimentazione del futuro: foodomica.

Bibliografia consigliata

Le diapositive mostrate a lezione vengono fornite sulla piattaforma e-learning.

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Lezioni frontali.

Contatti/Altre informazioni

Orario di ricevimento
Su appuntamento scrivendo a massimo.labra@unimib.it