CITTADINANZA: CONFLITTI, DIRITTI, GENERE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Conoscenza dei concetti basilari della teoria politica e sociale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame orale, sulla base di un previo scritto, elaborato secondo le indicazioni fornite dalla docente. Per gli studenti frequentanti e non-frequentanti sono previsti differenti modalità di redazione. Gli studenti stranieri possono scrivere e sostenere l’esame in inglese o altra lingua da concordare.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Apprendimento dei concetti fondamentali della filosofia politica e sociale.

Tali nozioni sono cruciali non soltanto per chi è interessato alla teoria politica e sociale, bensì anche per chi intende intraprendere ricerche empiriche e indagini sociologiche sul campo, a partire da un’idea di cittadinanza attiva.

Contenuti

Parte I - Significati storici, teorici, normative e pragmatici dei concetti di: diritti umani, cittadinanza, libertà fondamentali, riconoscimento, rispetto, genere, democrazia, giustizia sociale, culture, violenza politica. Parte II: Analisi di casi di violenza politica, totalitarismo, populismo, discorsi dell’odio, fake news, razzismo, antisemitismo.

Programma esteso

l corso intende affrontare questioni politicamente rilevanti a livello globale, secondo un approccio teorico e critico. In particolare, il corso mira ad analizzare il complesso significato che i diritti umani e la nozione stratificata di cittadinanza hanno acquisito nel dibattito pubblico, soprattutto alla luce della loro violazione. Il corso sarà suddiviso in due parti principali, una introduttiva e una monografica. La prima parte intende introdurre concetti fondamentali della filosofia politica e sociale, mentre la seconda sezione sarà dedicata alla questione della menzogna e dei discorsi dell’odio in politica e nel discorso pubblico. Si svolgeranno anche lavori finalizzati alla preparazione di una mostra e una conferenza d’Ateneo, a 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali.

Bibliografia consigliata

Arendt H. (2004). Verità e politica. Torino: Bollati Boringhieri.

Arendt H. (2009). Le origini del totalitarismo. Torino: Einaudi.

Cedroni L. e Calloni M. (2012) Filosofia politica contemporanea. Firenze: Le Monnier.

Ferrajoli L.(2018). Manifesto per l’uguaglianza. Roma-Bari: Laterza.

Nussbaum M. (2017). Rabbia e perdono. La generosità come giustizia. Bologna: il Mulino.

Rodotà S. (2012). Il diritto di avere diritti. Roma-Bari: Laterza.

Altri testi di riferimento:

Altri materiali in lingua italiana e inglese riguardanti soprattutto la seconda parte del corso (focalizzato su populismo, discorsi dell’odio, fake news, razzismo/ antisemitismo) saranno forniti dalla docente durante il corso.
The professor will provide further material in English mainly related to the second part of the teaching program.

Metodi didattici

Lezioni frontali; analisi di casi di studio; lavori di gruppo; presentazioni da parte degli studenti; seminari con ospiti italiani e stranieri; utilizzo di strumenti multimediali.

Le lezioni saranno tenute anche in inglese.