Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 17
Crediti: 8
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

Anno di corso: 6

Crediti: 11
Crediti: 17
Crediti: 8
Tipo: A scelta dello studente
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 17
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 17
Tipo: Altro

TECNICHE DI COMUNICAZIONE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Settore disciplinare: 
PSICOLOGIA CLINICA (M-PSI/08)
Crediti: 
3
Ciclo: 
Primo Semestre
Modulo/partizione di: 
Ore di attivita' didattica: 
36
Prerequisiti: 

L'esame è preceduto da un test on-line per la verifica della lingua inglese Il test prevede livelli di conoscenza pass, good, excellent. Per poter accedere all'esame si richiede la sufficienza nel test

Partizioni

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La prova di valutazione misura il livello delle conoscenze acquisite, il livello di ragionamento induttivo, deduttivo e di problem solving.
Comprende discussione di problemi, analisi di casi e domande aperte di tipo concettuale, domande chiuse sugli argomenti nozionistici.
Il livello individuale di competenza comunicativa è verificato (senza valutazione) durante le esercitazioni.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Scopo del corso è mettere in grado gli studenti di comunicare adeguatamente con i pazienti, seguendo le linee guida riconosciute, con umanità e sensibilità, nelle diverse situazioni e tipologie di malati; gestire le reazioni dei malati alla malattia, regolando adeguatamente il proprio comportamento e le proprie reazioni emotive in tutti i contesti, con i malati e con i colleghi

Competenze da acquisire (in particolare attraverso le attività svolte nelle esercitazioni a piccoli gruppi):
Gestire la comunicazione non verbale, la gestualità e gli atteggiamenti nelle relazioni interpersonali;
Gestire in maniera accogliente le emozioni proprie, del paziente, dei suoi congiunti nel processo di cura;
Formulare possibili strategie formative e comunicative in grado di migliorare la compliance ai trattamenti;
Comunicare con i pazienti e congiunti tenendo conto degli elementi socio-culturali che caratterizzano le relazioni tra persone;
Spiegare al paziente (reale o simulato) contenuti sanitari di prevenzione in modo efficace (fumo, alcool, sostanze psicotrope, alimentazione etc.).

Contenuti

Il colloquio in ambito medico; dare informazioni in modo efficace; componenti psicologiche e relazionali nel rapporto medico-paziente; alleanza terapeutica; tecniche di comunicazione; comunicazione verbale e non verbale; medicina centrata sulla malattia e medicina centrata sul paziente. Calgary Cambridge Model

Programma esteso

Aspetti generali
Medicina centrata sul medico/medicina centrata sul paziente: dal to cure al to care;
le componenti psicologiche e relazionali nel rapporto medico-paziente;
la relazione come processo: fasi, strategie e tecniche.
Il concetto di “alleanza terapeutica”: dalla psicoterapia alla medicina.
Dalla compliance alla concordance: aspetti psicologici.
Complessità psicologica di un colloquio medico e suo valore come strumento di intervento e cambiamento
L’effetto placebo e l’effetto nocebo

Tecniche di comunicazione
- linguaggio e gestualità
- tecniche della comunicazione verbale
- la comunicazione non verbale e le sue tecniche

Protocolli per la comunicazione
- la conversazione clinica: il modello della La Calgary Cambridge Interview
- comunicare cattive notizie
- comunicazione dell’errore
- gestione di situazioni ad alta emotività espressa
- la comunicazione con i minori
- la comunicazione con la famiglia
- quando la comunicazione fallisce: rotture e strategie recupero

Emozioni
- ruolo delle emozioni nella comunicazione e relazione medico/paziente
- strategie e tecniche di regolazione e autoregolazione delle emozioni
- benessere e efficacia clinica
- la dimensione soggettiva dell’esperienza di malattia e l’impatto emotivo sul paziente
- la dimensione psicologica nella riposta alla malattia ed alle cure

Bias cognitivi e affettivi che condizionano il ragionamento clinico

Bibliografia consigliata

Communication Skills for Medicine, 4e Lloyd et al., Elsevier, 2018 (UK)
Silverman - Kurtz - Draper - Del Piccolo , Competenze per comunicare con i pazienti
2015., Piccin
R. Buckmann, La comunicazione della diagnosi. In caso di malattie gravi. 2003. Cortina Editore
J. Groopman 2008. Come pensano i dottori, Mondadori;
L. Sanders 2009; Ogni paziente racconta la sua storia, Einaudi;

Articoli selezonati dal docente sulla comunicazione non verbale e altri argomenti

Metodi didattici

Lezioni frontali, attività riflessive a piccolo gruppo, discussione di casi clinici, simulazione di colloqui clinici attraverso l’uso del Role-Play (es. prescrivere iniezioni di insulina ad un paziente con la fobia degli aghi)

Contatti/Altre informazioni

-