Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 15
Crediti: 12
Crediti: 15

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
63

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

(A-L)
Prova orale

Per non frequentanti
Prova orale.
Gli studenti non frequentanti per poter essere ammessi alla prova orale devono sostenere un test scritto, consistente in domande a risposta aperta relative al contenuto del testo da studiare.
La prova scritta si svolgerà il giorno precedente alla prova orale.
Gli studenti devono iscriversi alla sola prova orale tramite i terminali Segreterie on-line.

(M-Z)
Per i frequentanti:
Prova orale. Durante il corso gli studenti potranno svolgere test di autovalutazione per verificare il proprio stadio di apprendimento. I risultati dei test vengono poi discussi in aula per dare risposte a eventuali lacune conoscitive o criticità nell'apprendimento di alcuni concetti.
Per i non frequentanti: Gli studenti non frequentanti per poter essere ammessi alla prova orale devono sostenere un test scritto, consistente in domande a risposta aperta relative al contenuto del testo da studiare. La prova scritta si svolgerà il giorno precedente alla prova orale. Gli studenti devono iscriversi alla sola prova orale tramite i terminali Segreterie on-line.
Allo studente si chiede di mostrare approfondita conoscenza del programma svolto e delle fonti analizzate, capacità di analisi critica, di sviluppo di ragionamento dialettico e di conoscenza dei fenomeni giuridici in un processo diacronico, proprietà di linguaggio e nozione di base dei principali istituti giuridici colti nella loro dimensione storica.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

(M-Z)
II corso di Storia del diritto medievale e moderno fornisce le necessarie basi per analizzare criticamente i sistemi giuridici del presente, indagando le loro radici e le trasformazioni sociali, economiche, politiche e religiose che hanno influito sul loro sviluppo fino ad oggi, per individuare continuità e discontinuità, eredità del passato e innovazioni.
Il corso si propone di condurre lo studente, attraverso la storia del diritto, dall’età medievale alla contemporaneità al fine di meglio comprendere il presente e suoi possibili sviluppi futuri.
L’insegnamento della Storia del diritto si propone di preparare gli studenti ad una conoscenza del linguaggio giuridico, ad acquisire familiarità con categorie logico-concettuali, a comprendere la dimensione giuridica nella sua diacronicità, a sviluppare una coscienza critica verso il diritto, a recuperare il senso del passato per comprendere origini e ragioni degli attuali istituti giuridici, sia nell’ambito privatistico che pubblicistico, ad acquisire la conoscenza dei principali movimenti di pensiero europei.

Contenuti

(A-L)
II corso di Storia del diritto medievale e moderno fornisce le necessarie basi per analizzare criticamente i sistemi giuridici del presente, indagando le loro radici e le trasformazioni sociali, economiche, politiche e religiose che hanno influito sul loro sviluppo fino ad oggi, per individuare continuità e discontinuità, eredità del passato e innovazioni.
Il corso si propone l'analisi dell'evoluzione delle fonti del diritto in Europa dall'età medievale (quel 'medioevo del diritto' che, lungi dall'essere l'età buia che certe convenzioni pretendono, fu in realtà epoca nuova e ricca di 'origini') fino al Novecento, attraverso lo studio dei rapporti tra legislazione, dottrina e giurisprudenza. Si esamineranno, in particolare, le tipologie di fonti, le scuole giuridiche, i metodi interpretativi, i modi di amministrazione della giustizia, il ruolo dei giuristi e i grandi movimenti di pensiero che hanno contribuito alla formazione della moderna scienza giuridica. Il discorso si snoda lungo un arco cronologico assai ampio: scelta motivata dall'intento di fornire allo studente un filo rosso per individuare e comprendere nella loro portata i fenomeni e gli eventi più significativi della storia giuridica europea.
Attraverso un percorso ragionato, si individuerà il collegamento costante esistente tra diritto e società, con un richiamo a singoli istituti privatistici e pubblicistici, utili per comprendere il processo dinamico della storia del diritto, anche in chiave comparatistica.

(M-Z)
Il corso di Storia del diritto medievale e moderno si propone l'analisi dell'evoluzione delle fonti del diritto in Europa dall'età medievale fino all'Otto/Novecento, attraverso lo studio dei rapporti tra legislazione, dottrina e prassi. Si esamineranno, in particolare, le tipologie di fonti, le scuole giuridiche, i metodi interpretativi, i modi di amministrazione della giustizia, il ruolo dei giuristi e i grandi movimenti di pensiero che hanno contribuito alla formazione della moderna scienza giuridica. Attraverso un percorso ragionato, si individuerà il collegamento costante esistente tra diritto e società, con un richiamo a singoli istituti privatistici e pubblicistici, utili per comprendere il processo dinamico della storia del diritto, anche in chiave comparatistica.

Programma esteso

(A-L)
Le radici antiche e altomedievali: il diritto tardo-antico, il diritto dei regni germanici, l'età carolingia e feudale, Chiesa e Impero, le scuole altomedievali.
Il diritto comune classico: le istituzioni, i glossatori e i commentatori, il diritto canonico e i suoi rapporti con il diritto civile, i diritti locali, il sistema del diritto comune.
L'età moderna: Chiese e Stati assoluti, la legislazione regia in Europa, la scuola culta, le corti di giustizia, il giusnaturalismo, diritto comune e diritto patrio.
L'età delle riforme: l'illuminismo giuridico, le riforme settecentesche, il diritto rivoluzionario, le codificazioni.
L'età delle nazioni: la Restaurazione, la scuola storica, codici e leggi del secondo Ottocento.
Il diritto nel Novecento: le costituzioni di Weimar e di Vienna, il fascismo, dallo Stato legislativo allo Stato costituzionale.

(M-Z)
Le radici antiche e altomedievali: il diritto tardo-antico, il diritto dei regni germanici, l'età carolingia e feudale, Chiesa e Impero, le scuole altomedievali.
Il diritto comune classico: le istituzioni, i glossatori e i commentatori, il diritto canonico e i suoi rapporti con il diritto civile, i diritti locali, il sistema del diritto comune.
L'età moderna: Chiese e Stati assoluti, la legislazione regia in Europa, la scuola culta, le corti di giustizia, il giusnaturalismo, diritto comune e diritto patrio.
L'età delle riforme: l'illuminismo giuridico, le riforme settecentesche, il diritto rivoluzionario, le codificazioni.
L'età delle nazioni: la Restaurazione, la scuola storica, codici e leggi del secondo Ottocento.
Il diritto nel Novecento: le costituzioni di Weimar e di Vienna, il fascismo, dallo Stato legislativo allo Stato costituzionale.

Bibliografia consigliata

(A-L)
Per soli frequentanti
I testi di riferimento per gli studenti frequentanti saranno indicati dal docente a lezione e pubblicati sulla piattaforma e-learning.

E-LEARNING STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO (2018)
Agli studenti frequentanti è riservato l’accesso ad un’apposita piattaforma e-learning, sulla quale potranno trovare i materiali didattici integrativi o parzialmente sostitutivi del testo d’esame, le fonti normative, dottrinali e giurisprudenziali illustrate a lezione, i test di auto-valutazione per la preparazione dell’esame e un forum interattivo con il docente.
Gli studenti frequentanti possono iscriversi all'e-learning prima dell'inizio delle lezioni.

Per non frequentanti
A. PADOA SCHIOPPA, Storia del diritto in Europa. Dal medioevo all’età contemporanea, Il Mulino, Bologna, II edizione, 2016: capitoli 1-18, 20-23, 25-29, 31, 32 (paragrafi 1-3), 33 (paragrafo 1), 34, 37 (paragrafi 1-3), 38.
Si segnala agli studenti che avessero acquistato la prima edizione del manuale che i capitoli e i paragrafi da studiare sono gli stessi.

(M-Z)
Testi di riferimento per soli frequentanti
I testi di riferimento per gli studenti frequentanti saranno indicati dal docente a lezione e pubblicati sulla piattaforma e-learning.

E-LEARNING STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO (2018)
Agli studenti frequentanti è riservato l’accesso ad un’apposita piattaforma e-learning, sulla quale potranno trovare i materiali didattici integrativi o parzialmente sostitutivi del testo d’esame, le fonti normative, dottrinali e giurisprudenziali illustrate a lezione, i test di auto-valutazione per la preparazione dell’esame e un forum interattivo con il docente.
Gli studenti frequentanti possono iscriversi all'e-learning prima dell'inizio delle lezioni.
Testi di riferimento per non frequentanti
A. PADOA SCHIOPPA, Storia del diritto in Europa. Dal medioevo all’età contemporanea, Il Mulino, Bologna, II edizione, 2016: capitoli 1-18, 20-23, 25-29, 31, 32 (paragrafi 1-3), 33 (paragrafo 1), 34, 37 (paragrafi 1-3), 38.
Si segnala agli studenti che avessero acquistato la prima edizione del manuale che i capitoli e i paragrafi da studiare sono gli stessi.

Metodi didattici

(M-Z)
Lezione frontale; uso della piattaforma e-learning; uso di fonti e documenti del tempo; proiezioni di slides e video

Contatti/Altre informazioni

M-Z:
INTEGRAZIONE CREDITI

NB
È necessario presentarsi all’esame con il libretto o altro documento come la delibera attestante il trasferimento, da cui risulti il voto preso in Elementi di Storia del diritto medievale e moderno (6CFU).

Gli studenti iscritti al corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici che hanno richiesto il passaggio al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza e hanno già sostenuto l’esame di Elementi di Storia del diritto medievale e moderno (6 CFU) dovranno sostenere l’esame di Storia del diritto medievale e moderno (9 CFU) portando il seguente programma d’esame:

ANTONIO PADOA SCHIOPPA, Storia del diritto in Europa. Dal medioevo all’età contemporanea, Il Mulino, Bologna 2007 - Prima edizione.

pp. 391-447 (Parte Quarta, Capitoli 27-28-29)
pp. 456-472 (Parte Quarta, Capitolo 31)
pp. 475-488 (Parte Quinta, Capitolo 32, paragrafi 1-2-3)
pp. 517-549 (Parte Quinta, Capitolo 34)
pp. 593-609 (Parte Sesta, Capitolo 37, paragrafi 1-2-3)
pp. 621-641 (Parte Sesta, Capitolo 38)

Totale pagine: 153

Si segnala agli studenti che avessero acquistato la seconda edizione del manuale che i capitoli e i paragrafi da studiare sono gli stessi, mentre la numerazione delle pagine è cambiata come segue:

ANTONIO PADOA SCHIOPPA, Storia del diritto in Europa. Dal medioevo all’età contemporanea, Il Mulino, Bologna 2016 - Seconda edizione.

pp. 411-469 (Parte Quarta, Capitoli 27-28-29)
pp. 478-494 (Parte Quarta, Capitolo 31)
pp. 495-511 (Parte Quinta, Capitolo 32, paragrafi 1-2-3)
pp. 542-577 (Parte Quinta, Capitolo 34)
pp. 621-638 (Parte Sesta, Capitolo 37, paragrafi 1-2-3)
pp. 651-672 (Parte Sesta, Capitolo 38)

Gli studenti trasferiti da altre Università che devono acquisire 1, 2 o 3 crediti integrativi (a seconda dei casi) di Storia del diritto medievale e moderno (9 CFU) dovranno sostenere l’esame sul seguente testo:

1 CFU
ANTONIO PADOA SCHIOPPA, Italia ed Europa nella storia del diritto, Il Mulino, Bologna 2003:
- V (La nuova scienza del diritto)
- IX (Giuristi e ceto forense)
- XIV (Dal Codice Napoleone al Codice civile)

2 CFU
ANTONIO PADOA SCHIOPPA, Italia ed Europa nella storia del diritto, Il Mulino, Bologna 2003:
- V (La nuova scienza del diritto)
- IX (Giuristi e ceto forense)
- XI (Gli Stati assoluti)
- XII (Istituzioni, ordini e ceti)
- XIV (Dal Codice Napoleone al Codice civile)

3 CFU
ANTONIO PADOA SCHIOPPA, Italia ed Europa nella storia del diritto, Il Mulino, Bologna 2003:
- V (La nuova scienza del diritto)
- IX (Giuristi e ceto forense)
- XI (Gli Stati assoluti)
- XII (Istituzioni, ordini e ceti)
- XIII (Tre riforme dei Lumi)
- XIV (Dal Codice Napoleone al Codice civile)
- XV (Il diritto commerciale italiano)