Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 12
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

BEHAVIORAL ECONOMICS FOR DECISION MAKING

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Inglese
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
48
Prerequisiti: 

Nessuno.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Questo corso intende introdurre gli studenti alla letteratura sulla economia comportamentale. Gli obbiettivi principali sono la comprensione dei meccanismi comportamentali e cognitivi delle decisioni in condizioni di rischio e ed incertezza e la sua applicazione alla economia, politica e società.

Contenuti

Questo corso intende introdurre gli studenti alla letteratura sulla economia comportamentale. Saranno messi in luce le caratteristiche empiriche di tipo cognitivo, individuate a livello sperimentale, dei processi di ragionamento, giudizio e decisione. Gli obbiettivi principali sono la comprensione dei meccanismi comportamentali e cognitivi delle decisioni in condizioni di rischio e ed incertezza e la loro applicazione alla economia, politica e società. Il corso ha l'obbiettivo anche di introdurre gli studenti agli aspetti psicologici dei processi di decisione in ambito organizzativo, e nel contesto politico e sociale, con particolare riferimento alla formazione delle decisione nell'ambito delle politiche pubbliche e della politica internazionale.

Programma esteso

1. Ragionamento, affetto ed intuizione: il decision making determinato anche dalle componenti emozionali ed affettive che spesso hanno un ruolo adattivo. Caratteristiche neuroeconomiche dell'affetto e della emozione.

2. Decisioni di gruppo e nel contesto sociale: le variabili organizzative e sociali che vincolano e plasmano le decisioni.

3. Negoziazioni e conflitti nelle organizzazioni: la fenomenologia e la dinamica delle decisioni collettive e come evitare la paralisi e risultati subottimali nella negoziazione.

4. Come migliorare le decisioni nelle politiche pubbliche: come scontare la reazione psicologica alle leggi, norme e raccomandazioni ed informazioni pubbliche. Nudge ed oltre il nudge.

5. Le decisioni nell'arena internazionale.

Bibliografia consigliata

1. Gigerenzer, G. (2007). Gut Feelings. London: Penguin.

2. Plous, S. (1993) The Psychology of Judgment and Decision Making, New York: McGraw-Hill.

3. Thaler, R. and Sunstein, C. (2009) Nudge: Improving Decisions about Health, Wealth and

Happiness, London: Penguin.

4. Kahneman, D. (2011). Thinking Fast and Slow. New York: Farrar, Straus and Giroux.

5. Viale, R. (2012). Methodological Cognitivism. Vol. 1: Mind, Rationality, and Society. Berlin

Heidelberg: Springer.

6. Viale R. “How To Decide in the Large World of Finance: The Bounded Rational Adaptive Nudges” , in “Ensuring financial competences. Gauging financial knowledge, targeting and delivering educational programmes”, Quaderni di Finanza Consob, 84. (2017)

7. Viale R.. Oltre il Nudge. Bologna: Il Mulino. (2018, a)

8. Viale R. “Understanding Financial Behaviour For Better Policy Making: An Introduction”. In R.Viale et al. (eds.) The Behavioral Finance Revolution. Cheltenham: Elgar (2018 b)

Metodi didattici

Lezioni ed esercitazioni.