Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 8
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Gli studenti devono essere in grado di comprendere ipotesi che collegano fenomeni socio-economici alle loro possibili cause.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
Illustrare il funzionamento del mercato del lavoro italiano in un quadro comparativo europeo, con una particolare attenzione alla relazione tra famiglia e welfare state e ai fattori economici, sociali e istituzionali che influiscono sul livello e sulla composizione dell’occupazione e della disoccupazione.
Illustrare i principali concetti della sociologia del lavoro utili per analizzare le esperienze soggettive dei lavoratori e le pratiche lavorative.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Rendere gli studenti in grado di leggere i principali indicatori del mercato del lavoro, interpretare i dati e identificare i caratteri strutturali e i principali trend di mutamento del mercato del lavoro in una prospettiva comparata. Dall’altra parte, fornire gli strumenti per analizzare le esperienze lavorative degli individui, indagando i vissuti soggettivi e le pratiche lavorative in alcuni contesti occupazionali.

Contenuti

Il corso si articola in due parti. La prima riguarda le tendenze del mercato del lavoro: dopo aver introdotto alcuni concetti di base di sociologia economica e aver illustrato concetti e strumenti di analisi del mercato del lavoro, verranno presi in considerazione le principali trasformazioni che lo hanno interessato. In particolare si analizzeranno la partecipazione al lavoro delle donne, i modelli di disoccupazione in Europa e in Italia, con particolare attenzione alla penalizzazione dei giovani, i modi con cui si cerca e si trova lavoro, le tendenze dell’occupazione in Italia e in Europa, con particolare attenzione al processo di terziarizzazione, la flessibilità del lavoro e l’inserimento occupazionale degli immigrati. Un approfondimento verrà dedicato al ruolo delle organizzazioni sindacali e della contrattazione collettiva. La seconda parte intende introdurre alcuni dei principali concetti della sociologia del lavoro e applicarli allo studio dei vissuti soggetti e delle pratiche lavorative in alcuni contesti occupazionali.

Programma esteso

1. Introduzione alla sociologia economica e del lavoro. Economia e Sociologia a confronto.
2. Occupati, disoccupati, inattivi. Dai concetti agli indicatori.
3. Il mercato di una “merce” molto particolare
4. La crescente partecipazione al lavoro delle donne
5. La conciliazione tra famiglia e lavoro retribuito. La segregazione occupazionale.
6. I modelli di disoccupazione in Europa
7. Il ruolo delle famiglia e dello stato nel sostenere la disoccupazione. La rigidità del mercato del lavoro.
8. La disoccupazione giovanile. L’ipotesi insider-outsider e il caso italiano
9. Come si cerca e si trova lavoro. Il capitale sociale: dalle reti ai nodi
10. La terziarizzazione della domanda di lavoro. Servizi per le imprese e per le persone
11. Terziarizzazione e livello dell’occupazione. I diversi modelli di terziarizzazione.
12. La struttura dell’occupazione per livelli professionali. Upgrading o polarizzazione? Nuove professioni e nuove competenze
13. Sistema delle flessibilità e lavori instabili. Instabilità giuridica e precarietà. Il lavoro interinale.
14. Vivere l’instabilità del lavoro. L’instabilità come costrizione o risorsa.
15. Il ruolo delle organizzazioni sindacali e della contrattazione collettiva
16. Vecchia e nuova immigrazione in Europa. Migrazioni autorizzate e non autorizzate. Catene e progetti migratori
17. Gli immigrati nel mercato del lavoro italiano.
18. Il ruolo del sindacato e della contrattazione collettiva.
19. Relazioni industriali, movimenti dei lavoratori e nuove forme di rappresentanza.
20. Esperienze soggettive e pratiche lavorative. Il contributo della sociologia del lavoro alla comprensione dei vissuti individuali.
21. Analisi approfondita di alcuni contesti lavorativi.

Bibliografia consigliata

Reyneri, E. (2017) Introduzione alla sociologia del mercato del lavoro, Il Mulino, Bologna (acquistabile anche su www.pandoracampus.it)
Trigilia C. (2009), Sociologia Economica. Temi e percorsi contemporanei, Il Mulino, Bologna, pp.11-43.
Alcune letture aggiuntive verranno indicate nel syllabus e nella pagina elearning dell’insegnamento.

Metodi didattici

Lezioni in aula, discussione di temi di approfondimento, uso di test di autovalutazione su piattaforma elearning.