Anno di corso: 1

Crediti: 12
Crediti: 6
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 8
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

LAVORO E RISORSE UMANE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Buona capacità di apprendimento, di scrittura e comunicazione orale, insieme ad una generale conoscenza dei processi economici e sociali.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

prova scritta, con punteggio per ogni domanda; una prova con domande a risposta chiusa e con domande a risposta aperta sull'intero programma. Eventuale integrazione orale. E' previsto il salto d'appello per le sessioni ad intervallo mensile.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Sulla base delle analisi e dei concetti della sociologia del lavoro, offrire strumenti in grado di interpretare le trasformazioni che hanno interessato il lavoro, secondo approcci comparati e di evoluzione storica.

Contenuti

Il corso è dedicato all’analisi sociologica del lavoro e delle sue trasformazioni più recenti. Sono innanzitutto presentate le tendenze evolutive della divisione del lavoro, delle forme del lavoro organizzato e dei mercati del lavoro, con particolare attenzione ai modelli di scambio e di regolazione sociale. Vengono poi osservati i cambiamenti nelle concrete forme e condizioni di lavoro, dalla qualità del lavoro ai sistemi retributivi (con riferimento a concetti rilevanti per le scienze sociali quali retribuzione “equa”, “salario di efficienza”, ecc.) e alla dimensione temporale del lavoro, incluse le forme di conciliazione tra tempo di lavoro e tempo di vita, tra lavoro e sapere (sociale). L’analisi sociologica del lavoro e delle sue trasformazioni sarà condotta secondo una prospettiva comparata, presentando e commentando dati e statistiche di fonti nazionali, europee e internazionali.

Programma esteso

1. Presentazione corso: lavoro e sociologia del lavoro

PARTE I: IL LAVORO NELLO SCAMBIO SOCIALE:

2 Dalla divisione "sociale" del lavoro alla divisione “tecnica” del lavoro: taylorismo, fordismo e sociologia “critica” del lavoro. Lean production e nuovi modelli produttivi; il dibattito sulla fine e le trasformazioni del lavoro

3. I modelli di rappresentanza de lavoro: azione collettiva, relazioni industriali, contrattazione, partecipazione e gestione delle risorse umane

4. Lavoro, mercato, welfare: il mercato del lavoro come istituzione sociale; flessibilità e “diversità” del lavoro; le politiche di welfare

PARTE II: LA COSTRUZIONE SOCIALE DELLE CONDIZIONI DI LAVORO

5 . La qualità del lavoro: classi, identità sociali e condizioni di lavoro; teorie e pratiche della qualità della vita di lavoro.

6. La retribuzione “equa”: equità e disparità di reddito; democrazia economica; istituzioni e salari

7. Lavoro, tempo, cultura: dalla riduzione alla gestione flessibile del tempo di lavoro; conciliazione vita e lavoro

PARTE III: LE TRASFORMAZIONI DEL LAVORO NEL CAPITALISMO GLOBALE

8. Il lavoro tra ristrutturazione e innovazione: delocalizzazioni, outsourcing, produttività, dialogo sociale e modelli di capitalismo “situato” (nello spazio e nel tempo)

9. Dal saper fare (cose) al saper essere (creativi) nel lavoro: le doti cognitive e di creatività; le capacità relazionali del lavoratore in rete; autonomia, intraprendenza e responsabilità: dalla mansione al ruolo

10. L’erosione dello status occupazionale: le disuguaglianze di genere e generazionali; l’erosione dei mercati interni del lavoro; l’iper-flessibilità del lavoro; il lavoro autonomo “economicamente dipendente”; la vulnerabilità del lavoro senza status e contratto

11. Le condizioni di lavoro sotto pressione: qualità e soddisfazione del lavoro nei diversi sistemi socioeconomici; l’equità retributiva in questione; orari poco conciliabili; lo stress da lavoro (le survey della Fondazione di Dublino)

12. Conclusioni: le trasformazioni del lavoro tra economia e politica

Bibliografia consigliata

Negrelli S., Sociologia del lavoro, Laterza, Roma-Bari, ultima edizione

Negrelli S., Le trasformazioni del lavoro: modelli e tendenze nel capitalismo globale, Laterza, Roma-Bari, ultima edizione

dispense distribuite durante il corso

Metodi didattici

Lezioni frontali.