Anno di corso: 1

Crediti: 8
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Per stages e tirocini

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 10
Tipo: Per stages e tirocini

PRINCIPI E FONDAMENTI DEL SERVIZIO SOCIALE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

Nozioni di base di cultura sociale, discrete abilità di logica, di capacità di sintesi, di scrittura e comunicazione orale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite una prova scritta ed una prova orale:

- esame scritto basato sui testi di riferimento, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso dei contenuti della disciplina richiesti e di buone capacità di approfondimento; la capacità di collegamento delle principali tematiche affrontate nel corso e l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina. Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una buona conoscenza dei contenuti e di una buona capacità di collegamento tra i temi trattati, l’uso di un linguaggio appropriato.

Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative con fatiche nella connessione delle conoscenze e l’uso di un linguaggio sufficientemente appropriato.

Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame, lacune formative e l’uso di un linguaggio non appropriato.

- esame orale utile a testare quale il grado di interiorizzazione, analisi critica ed applicazione pratica del codice deontologico. Allo studente verrà chiesto di analizzare una parte del testo deontologico. Darà luogo a valutazione eccellente: la capacità di applicazione pratica dei principi deontologici, la capacità di analisi critica dei contenuti e di gestione dei dilemmi etici.

Darà luogo ad una valutazione discreta: una accettabile applicazione pratica dei contenuti di deontologia, il possesso di una buona capacità critica e di individuazione e gestione di potenziali dilemmi etici.

Darà luogo ad una valutazione sufficiente: una sufficiente applicazione pratica dei contenuti deontologici, una sufficiente competenza critica e l’individuazione di dilemmi etici con scarsa capacità di gestione.

Darà luogo ad una valutazione insufficiente: l’insufficiente contestualizzazione dei contenuti di deontologia, l’insufficiente capacità critica e di analisi dei dilemmi etici.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

L’insegnamento propone lo studio del Servizio sociale come disciplina accademica e come professione. Vengono illustrati i presupposti storici-filosofici-sociologici, il sistema di valori, i principi etico-operativi e gli orientamenti teorici che costituiscono le basi su cui si fonda il metodo scientifico del Servizio sociale. Particolare attenzione sarà dedicata all’individuazione dei bisogni e dei problemi emergenti, oltre che all’ importanza della valorizzazione delle risorse delle persone e della comunità, nonché alla dimensione emotiva della professione.

Contenuti

Definizioni nazionali e internazionali di Servizio sociale.
Identità e deontologia della professione.
Storia del Servizio sociale nel contesto socio-politico (italiano-influssi internazionali).
Etica-valori e deontologia della professione: il codice deontologico. Analisi approfondita e sua applicazione concreta.
Le basi teoriche del Servizio sociale.
I bisogni ed i problemi emergenti.
La valorizzazione delle risorse (personali e di comunità) come strumento per favorire il superamento delle problematiche e dei bisogni.

Programma esteso

Il corso si sviluppa su tre moduli:

Il primo modulo affronta il tema dell’identità del servizio sociale approfondendo le definizioni nazionali e internazionali come esito dell’evoluzione della storia del servizio sociale dalle origini al suo sviluppo nell’ambito del contesto socio-politico italiano. La professione e le professioni sociali (knowledge workers): la definizione, gli attributi e la costruzione dell’identità professionale. La professione dell’assistente sociale: funzioni e ambiti di attività articolati secondo l’approccio della trifocalità, centrata simultaneamente sui mandati istituzionale, sociale e professionale.

Il secondo modulo:

- approfondisce la storia del Servizio sociale italiano sino ai giorni nostri,

- illustra le basi teoriche ed epistemologiche del servizio sociale e delinea alcuni modelli di riferimento.

Il terzo modulo analizza il codice deontologico approfondendone le funzioni, le finalità, la struttura e i contenuti specifici. Con riferimento alla concreta attività operativa dell’Assistente sociale vengono affrontati alcuni dilemmi etici della professione. In virtù della revisione in essere del codice deontologico, verrà chiesto agli studenti di apportare un loro specifico contributo al tema. Partendo dai contenuti del codice deontologico, inoltre, approfondiremo quanto un lavoro di valorizzazione delle competenze della persona e della comunità possa essere strategico per facilitare il superamento di eventi critici e problematici.

I temi vengono affrontati in connessione con il percorso formativo di “guida al tirocinio”.

Bibliografia consigliata

Testi obbligatori

. M. D. Canevini, E. Neve, “Etica e deontologia del servizio sociale” , Carocci Faber, 2017

. G. Pieroni, Maria Dal Pra Ponticelli, “Introduzione al servizio sociale. Storia, principi, deontologia”, Carocci Faber, 2005

. E.Neve, “Il servizio sociale. Fondamenti e cultural di una professione”, Carocci Faber, 2017

· M.Sanfelici, “I modelli del servizio sociale- Dalla teoria all’intervento” Carocci Faber, 2017

. Mara Tognetti Bordogna (a cura di), “Voglio fare l’assistente sociale, Formazione e occupazione dei laureati in Servizio sociale in tempi di crisi e discontinuità”, FrancoAngeli, 2015

. Il Codice Deontologico dell’Assistente Sociale

Almeno un testo a scelta tra quelli di seguito indicati

. E.Allegri, “Il servizio sociale di comunità”, Carocci Faber, 2015

. B. Bortoli, “I giganti del lavoro sociale. Grandi donne (e grandi uomini) nella storia del Welfare 1526-1939”, Erickson, 2006

. M. Cacioppo, M. Tognetti Bordogna, “Il racconto del servizio sociale. Memorie, narrazioni, figure dagli anni Cinquanta ad oggi”, Franco Angeli, 2008

. M.Dellavalle, “Le radici del servizio sociale in Italia. L’azione delle donne dalla filantropia politica all’impegno nella resistenza”, Celid, 2008

. S. Fargion, “Il metodo del servizio sociale. Riflessioni, casi e ricerche”, Carocci Faber, 2013

. M. Sclavi, “Arte di ascoltare e mondi possibili. Come si esce dalle cornici di cui siamo parte”, Bruno Mondadori, 2003

. N. Thompson, “Lavorare con le persone, far emergere il meglio dalle relazioni”, Erickson, Trento, 2016

Metodi didattici

Lezioni frontali, discussioni collettive, attività in gruppo e individuali, proiezione di video e immagini, testimonianze.