Anno di corso: 1

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 2
Crediti: 16
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 19
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 25
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

DIAGNOSI DIFFERENZIALE FISIOTERAPICA IN PAZIENTI CON VERTIGINI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Elettivo.Scelte autonome dello studente
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
1
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
7
Prerequisiti: 

Iscrizione al secondo anno del Corso di Laurea in Fisioterapia.

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

frequenza.

Valutazione: 
Giudizio Finale

Obiettivi formativi

- Conoscere e distinguere la differenza tra vertigini oggettive e soggettive
- Conoscere e distinguere le patologie che rispondono alle caratteristiche di vertigini oggettive e soggettive
- Comprendere quali siano le red flags assolute e relative, nell’individuazione della causa delle vertigini soggettive
- Saper valutare le vertigini soggettive e oggettive con l’anamnesi
- Confermare la propria valutazione mediante l'utilizzo degli appositi tests.

Contenuti

All'interno della definizione di vertigine si distinguono due grandi categorie: le vertigini oggettive e le vertigini soggettive. Capire e distinguere i due diversi tipi è già un primo passo per capire se il trattamento possa competere o meno al fisioterapista.

Programma esteso

- principali differenze tra instabilità e vertigini; e successivamente tra vertigini oggettive e soggettive
- definizione di tutte le tipologie di vertigini di tipo oggettivo (Menière, VPPB, neurinoma VIII nc, fistola dei canali semicircolari)
- individuazione delle patologie che determinano vertigine soggettiva (cervicogeniche, centrali, otosclerosi, SM, otite media,
IVB, farmaci, alcool, diabete, problematiche cardiache, ipotensione ortostatica, concussioni encefalo)
- individuazione di quali vertigini siano di competenza del fisioterapista - individuazione del meccanismo biomeccanico
nell'instaurazione della vertigine soggettiva cervicogenica
- routine obiettiva specifica e diagnosi differenziale mediante i test di esplorazione di: riflesso vestibolare (riflessi OCG e
VOR), test provocativi per nistagmo, e test neurologici vestibolo-spinali.

Bibliografia consigliata

Harrison's Principles of internal medicine, BIBLIOGRAFIA FORNITA DAL DOCENTE.

Metodi didattici

Lezioni frontali .