Anno di corso: 1

Crediti: 6
Crediti: 9
Crediti: 6
Crediti: 12
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

METODI E TECNICHE DI RICERCA CULTURALE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
48
Prerequisiti: 

Conoscenza di base dei metodi della ricerca qualitativa e delle principali teorie e questioni di sociologia dei processi culturali.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Per i frequentanti e i non frequentanti l’esame consisterà in una prova scritta a domande aperte,

attraverso cui verificare:

- la pertinenza della risposta
- il grado di conoscenza dell’argomento
- la chiarezza espositiva
- la capacità argomentativa
- la precisione terminologica

La partecipazione (non obbligatoria) alle esercitazioni in classe contribuirà alla valutazione finale, secondo i criteri sopra indicati.

I frequentanti possono, in alternativa alla prova scritta, sviluppare una propria ricerca. La prova consiste nella stesura di un elaborato da presentare oralmente in sede d’esame. L’elaborato può eventualmente essere il frutto di un lavoro collettivo ma deve essere possibile riconoscere il contributo individuale di ciascun studente.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Obiettivo del corso è offrire allo studente un insieme di categorie concettuali e analitiche, metodi e tecniche d’indagine che consentano di sviluppare le competenze necessarie per progettare e condurre ricerche su questioni e fenomeni di ordine culturale.

Contenuti

Il corso si suddivide in tre parti: la prima è dedicata all’analisi di alcune categorie centrali per individuare e interpretare oggetti, fenomeni, documenti e processi culturali; la seconda parte è centrata sull’apprendimento dei principali metodi e tecniche di ricerca culturale, affrontati sia da una prospettiva sociologica che interdisciplinare; la terza parte si focalizza sull’approfondimento, attraverso esercitazioni e il confronto e l’analisi critica di case studies, di specifici ambiti di ricerca culturale.

Programma esteso

Il corso è strutturato in tre parti. Nella prima verranno fornite alcune categorie concettuali e analitiche, centrali per l’individuazione e l’analisi di oggetti, fenomeni e testi culturali durante le varie fasi della ricerca. Attraverso la lettura critica di testi di sociologia e scienze culturali si approfondiranno i principali orientamenti nello studio della cultura, da quello semiotico a quello prasseologico. Più specificatamente si affronterà: il rapporto tra struttura sociale e struttura culturale; i processi di produzione, circolazione e ricezione di idee, testi e oggetti culturali; la costruzione di idioculture e identità subculturali con particolare attenzione alle dimensioni spaziale, temporale e corporea. Nella seconda parte verranno introdotte alcune delle tecniche principali di ricerca qualitativa applicata all’indagine di oggetti, fenomeni e dinamiche di ordine culturale: interviste narrative; storie di vita; metodi di ricerca (auto)biografica; l’osservazione partecipante; l’etnografia sensoriale degli spazi socio-culturali, fisici e virtuali. L’approccio che si propone è finalizzato a risaltare i nessi tra ricerca empirica e processi di teorizzazione durante le varie fasi della ricerca, dalla scelta dell’oggetto, all’analisi dei dati, la codificazione, fino all’esposizione/scrittura dei risultati. Nella terza parte, attraverso la presentazione e il commento critico di alcuni case studies, l’analisi di testi e oggetti culturali ed esercitazioni in classe, si affronteranno alcuni specifici ambiti della ricerca culturale, tra i quali le dinamiche e i conflitti di memoria; i processi di spazializzazione nei luoghi urbani; le narrazioni e biografie corporee.

Bibliografia consigliata

Programma di studio per studenti frequentanti e non:
dispensa ‘Metodi e tecniche di ricerca culturale, A.A. 2018-2019’ (reperibile presso la copisteria Fronteretro, Viale Sarca 191), che include:

Letture obbligatorie:
Geertz, C. ‘Note sul combattimento dei Galli a Bali’ in Interpretazione di culture
Bourdieu, P. ‘Spazio sociale e spazio simbolico’ in Ragioni Pratiche
Bourdieu, P. ‘Per una scienza delle opere’, in Ragioni Pratiche
Bourdieu, P. ’Il capitale culturale’ in M. Santoro (ed.) Forme di capitale
Swidler, A. ’La cultura in azione’ in M. Santoro e R. Sassatelli (eds.), Studiare la cultura
Griswold, W. ‘La cultura e il diamante culturale’ in Sociologia della cultura
Fine, A. ‘Rethinking subculture’
Fine, A. ‘Piccoli gruppi e creazione culturale’ in Sociologia della cultura
Grüning, B. e Santoro, M. ‘La cultura’ in Grande, T. e Parini, E. (eds.) Sociologia
Semi, G. L’Osservazione partecipante (par. 1.1, 2.1., 2.4., 3.1.)
Demazière, G. e C. Dubar, C. Dentro le storie (I parte)
Plummer, K. Documents of life (cap. 2,3,6,7)
Pink, S. Doing Sensory ethnography (cap. 4,5,6)
Alasuutari, P. ‘Theorizing in qualitative research’
Stanley, L. ‘On auto/biography in sociology’

Letture consigliate:
Bourdieu, P. et al., ‘La costruzione dell’oggetto’, in Il mestiere di sociologo
Kelle, U. ’The Development of Categories: Different approaches in grounded theory’, in A. Bryant e K. Charmaz (eds.) The Sage Handbook of Grounded Theory
Grüning, B. ‘Appendice autoetnografica’, in Atmosfere locali
Grüning, B. ’Beyond the cold war: the reception of Arendt in Germany and Italy’
Cardano, M. ‘«E poi cominciai a sentire le voci...». Narrazioni del male mentale’
Grazian, D. ‘Urban Nightlife, Social Capital and the Public Life of Cities’
Wacquant, L. 'The pugilistic point of view’
Green, I.A. et al. ‘Space, Place and Sexual Sociality: Towards an ‘Atmospheric Analysis’
Said, A. ‘We ought to be here: Historicizing space and mobilization in Tahir Square’
Podoshen, J. S. et al. ‘Theoretical reflections on dystopian consumer culture: Black Metal’
Young, J. E. ‘The counter-Monument’
Haworth-Hoppner, S. e Maines, D. ‘A Sociological account of Invalidated anorexic Identities’
Schott, N.D. et al. ‘Neoliberalism, Pro-Ana/mia websites, and pathologizing women’

Metodi didattici

Lezione in classe; attività seminariale; discussione di testi ed elaborati; presentazione di materiale audio-visuale.