Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 25
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 23
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

VIOLENZA CONTRO LE DONNE: QUALE L'APPROCCIO INFERMIERISTICO?

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Elettivo.Scelte autonome dello studente
Docenti: 
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
1
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
8
Prerequisiti: 

Iscrizione al terzo anno di corso di Laurea in Infermieristica.

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Frequenza.

Valutazione: 
Giudizio Finale

Obiettivi formativi

Definizioni di violenza. Quali tipi di violenza. Conseguenze su donna, figli, anziane. Costi sociali. Percorso di uscita dalla violenza. Cenni di aspetti legali. Modalità di accoglienza in contesto ospedaliero. Modalità di comunicazione. Importanza della RETE.

Contenuti

Fornire agli studenti informazioni su: dinamiche della violenza contro le donne, i minori, le anziane con smantellamento di stereotipi e pregiudizi comuni; conseguenze personali e costi sociali; metodologia di approccio alla violenza in generale e in ambito ospedaliero.

Programma esteso

Ore 9.00-11.00: definizioni di violenza; quali tipi di violenza; conseguenze su donna, figli, anziane.
Ore 11.00-13.00: costi sociali; percorso di uscita dalla violenza.
Ore 13.00-14.00: pausa pranzo.
Ore 14.00-18.00: cenni di aspetti legali; modalità di accoglienza in contesto ospedaliero; modalità di comunicazione; importanza della RETE.
Discussione plenaria, brevi filmati.
Chiusura del corso.

Bibliografia consigliata

Materiale didattico fornito dai docenti, estratti da: C.A.DO.M. (2005) Rompere il silenzio: l'esperienza del Centro aiuto donne maltrattate, Milano: Franco Angeli; Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica, Convenzione di Istambul 11 maggio 2011, ratificata con Legge 27 giugno 2013; Legge 15 ottobre 2013 n. 119 “Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto legge 14 agosto 2013 n. 93, recante disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere, nonché in tema di protezione civile e di commissariamento delle province” (Legge contro il femminicidio); World Health Organization (2013) Responding to intimate partner violence and sexual violence against women. WHO clinical and policy guidelines, Geneva: World Health Organization.

Metodi didattici

Lezione frontale, discussione guidata.