Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 25
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 23
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

LA CATENA CONTRO LA VIOLENZA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Elettivo.Scelte autonome dello studente
Docenti: 
MANGILI ANTONELLA
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
1
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
8
Prerequisiti: 

Iscrizione al 2° o al 3° anno del Corso di Laurea in Infermieristica

Metodi di valutazione

Valutazione: 
Giudizio Finale

Obiettivi formativi

Il percorso formativo consentirà agli studenti di approfondire le conoscenze relative:
-L’importanza di una continua sensibilizzare di tutti i professionisti sanitari al fine di mantenere un elevato livello di allerta che permetta di intercettare e identificare tutti i casi di violenza nelle varie dimensioni
-Le peculiarità legislative e le normative vigenti
-L’analisi critica sul percorso di violenza, intra ed extra ospedaliero
-L’analisi dell'approccio assistenziale da erogare
-L’importanza di un orientamento sinergico e integrato delle diverse figure, competenze, risorse
-Donare una conoscenza a tutto spessore della tematica di violenza dall'accoglienza sino al termine del percorso

Contenuti

La violenza, il maltrattamento e l’abuso sessuale nei confronti della donna sono purtroppo presenti nella vita sociale quotidiana e spesso rimangono impuniti in quanto agiti all’interno di una relazione. Ogni tipologia di violenza lascia nella vittima un dolore che si protrae nel tempo, oltre al rischio di non vedere mai una vera e piena punizione del grave reato compiuto dall’aggressore, causa anche numerose mancate segnalazioni e denunce per timore di ritorsioni: il risultato è che la donna non riesce ad iniziare un percorso per uscire dal circolo della violenza.
Il fenomeno è terribile: in Italia nel 2017, circa ogni due giorni è stata uccisa una donna. A ciò si aggiungono numerose altre tipologie di violenze, spesso non intercettate, che possono nel tempo portare a tante altre vittime. Secondo i dati Istat circa 7 milioni di donne, durante la propria vita, hanno subito una forma di abuso. Gli infermieri e tutti i professionisti sanitari, sono chiamati a svolgere un importantissimo ruolo finalizzato all’identificazione e alla gestione di queste situazioni, ma in primis alla prevenzione e alla salvaguardia della salute delle vittime e del contesto famigliare, soprattutto in presenza di minori. Il corso elettivo vuole sensibilizzare gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica (futuri professionisti sanitari) all’importanza del corretto riconoscimento del problema abuso/maltrattamento e di un approccio assistenziale qualitativamente avanzato, che non può prescindere dall’integrazione di diverse competenze, risorse e figure professionali, essenziali per costruire un percorso sinergico di accoglienza e di cura.

Programma esteso

-introduzione generale del fenomeno
-il quadro normativo nazionale e internazionale
-la violenza fisica, economica, psicologica, sessuale, religiosa
-le fasi del ciclo della violenza
-la catena della non-violenza e la coordinazione sul territorio
-la collaborazione con le forze dell’ordine e l’autorità giudiziaria
-l’accoglienza della donna l'importanza del ruolo svolto dell'Infermiere in Pronto Soccorso c/o il Centro EAS; gli specifici protocolli aziendali di sinergia tra i vari Pronto Soccorso
-le peculiarità di gestione della donna vittima durante la fase di triage, intercettazione, campanelli d’allarme, valutazione professionale, presa in carico, quali strategie per donare la risposta giusta alla domanda in oggetto
-qualche prova pratica e domande di chiusura

Bibliografia consigliata

"Beyond victims and villains", Panos Institute. In particolare pag. 3 cap. 1: The global context: the gender violence and human-rights movements; Preventing violence: a guide to implementing the recommendations of the World report on violence and health", IV Parte: "Promoting social and gender equality and equity to prevent violence"; La Conferenza Mondiale sui diritti umani: Dichiarazione di Vienna e Programma d'azione; "Violence against women and girls", Innocenti Digest no. 6, UNICEF Innocenti Research Centre.

Metodi didattici

Lezione interattiva con slide, discussione in plenaria, bibliografia selezionata

Contatti/Altre informazioni

Durante le lezioni parteciperanno esponenti di varie specialità e ramo, partecipanti attivi del protocollo in oggetto