FONDAMENTI DELLA CONSULENZA PEDAGOGICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2019/2020
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Formazione pedagogica di base, intesa come disponibilità e competenza di approccio critico e riflessivo ai processi educativi e formativi.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame consiste in un colloquio orale in cui valutare le capacità di: attribuire significato alla connotazione “pedagogica” della consulenza; individuare e pensare criticamente obiettivi, contenuti, setting, metodologie e strumenti per la consulenza pedagogica;
progettare linee generali di percorsi di consulenza pedagogica.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Costruire conoscenze su teorie e modelli di riferimento della consulenza pedagogica.
Sviluppare consapevolezza dell’identità e dei caratteri specifici e distintivi della consulenza pedagogica.
Sostenere l’individuazione di ruolo e funzione del consulente pedagogico.

Contenuti

Il corso presenta e discute teorie e modelli di azione da cui emerge una consulenza pedagogica intesa come formazione alla comprensione, consapevolezza critica e riflessione sulle proprie pratiche professionali e come supporto all’apprendimento dall’esperienza, al cambiamento e alla progettazione.

Programma esteso

Il corso intende proporre un percorso di analisi critica e riflessione su identità e caratteri della consulenza pedagogica, con particolare attenzione ai diversi possibili significati del termine consulenza, alla sua qualificazione pedagogica, agli approcci e metodi del lavoro consulenziale, alla figura del consulente pedagogico. Attraverso la presentazione di teorie e modelli di azione si farà emergere una proposta di consulenza pedagogica intesa come accompagnamento esperto alla costruzione di comprensione e consapevolezza delle proprie pratiche educative e come supporto all'apprendimento dall'esperienza, alla capacità di gestire le criticità, al cambiamento e alla progettazione. A partire da una analisi dei modelli tradizionali di consulenza negli ambiti (medico, organizzativo, psicologico) in cui, prima che in ambito pedagogico, si è affermato e diffuso il lavoro consulenziale, si rifletterà sull'evoluzione da una visione "tecnocratica" centrata sul consulente che eroga risposte e soluzioni esperte a persone o organizzazioni che non possiedono sapere adeguato a gestire problemi e criticità a una visione "dialogica e collaborativa" della consulenza, mirata invece a far emergere e sostenere le autonome capacità delle persone e dei gruppi di comprendere e gestire la problematicità del lavoro educativo . La consulenza pedagogica sarà considerata in particolare come processo di formazione e di ricerca, destinato cioè a produrre nuovi apprendimenti, consapevolezze, sguardi su di sè, i sistemi educativi, il lavoro educativo, e a promuovere un'attitudine di indagine ed esplorazione della propria esperienza educativa. L’insegnamento svilupperà una riflessione su quei modelli di consulenza che, ispirati a un approccio clinico, ermeneutico, narrativo, costruzionista, intendono la consulenza come l’istituzione di tempo, spazio, relazione, rapporto con l’esperienza, modalità di comprensione e conoscenza particolari che permettono di prendere distanza dall’esperienza, nominarla, pensarla, decostruirla, riconfigurarla, realizzando così la possibilità di apprendere dall’esperienza, di “fare esperienza dell’esperienza educativa” , e di aprire nuovi sguardi e comprensioni sulla dinamica e sulla struttura profonda dei processi educativi e sulla propria interpretazione del ruolo educativo.

Bibliografia consigliata

1) Schein E.H., La consulenza di processo, Cortina;
2) Bruner J., La ricerca del significato, Bollati-Boringhieri;
3) Palma M.(a cura di), Consulenza pedagogica e clinica della formazione, FrancoAngeli 2017
4) Palma M., Soggetti al potere formativo, FrancoAngeli, 2016

Metodi didattici

L’insegnamento svilupperà una riflessione, e fornirà qualche occasione di sperimentazione e di testimonianza, su pratiche di consulenza pedagogica in cui il setting e la relazione consulenziali realizzano la possibilità di “fare esperienza dell’esperienza educativa” e di formarsi alla formazione.