Mercoledì, 02 Maggio 2018

CoderBot: obiettivo raggiunto

CoderBot - foto che mostra il robot interattivo per la didattica

La campagna per raccogliere fondi a sostegno del CoderBot dei Proff. Datteri, Mariani e Previtera, ha raccolto oltre 7.000 euro grazie ai contributi di oltre 60 finanziatori, tra cui SORGENIA. La campagna di crowdfunding inizalmente partita con l’obiettivo di 5.000,00 euro, è stata dunque un successo. Diverse sono state le ricompense destinate ai finanziatori. Quella più ambita? Il CoderBot stesso. Sono infatti 29 i nuovi esemplari che verranno prodotti e distribuiti grazie a questa campagna. 

L’obiettivo finale è realizzare un robot didattico facile da utilizzare, personalizzabile in base all'età degli studenti e alle esigenze formative dell'insegnante. CoderBot è uno strumento efficace per stimolare sia l'acquisizione di specifiche capacità scientifico-tecnologiche, sia lo sviluppo delle cosiddette capacità trasversali legate al ragionamento e alla soluzione di problemi: programmare significa infatti non solo applicare abilità e conoscenze tecniche, ma anche e soprattutto ragionare, formulare ipotesi e valutarle attraverso esperimenti, per divertirsi al tempo stesso interagendo con la telecamera, i sensori di distanza, il microfono e l’altoparlante del robot, che può muoversi emettendo suoni e parole.

La campagna per CoderBot è il primo passo di un progetto di crowdfunding più ampio che l’Università di Milano-Bicocca sta realizzando per mettere a disposizione della propria comunità nuovi strumenti per sostenere le idee, l’innovazione, la capacità imprenditoriale e la ricerca.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa

 

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 02/05/2018