Milano-Bicocca nei ranking

L’Università di Milano-Bicocca ha scelto di partecipare ai ranking che meglio rappresentano le proprie caratteristiche. Tra questi: Times Higher EducationU-multirank e UI GreenMetric.

Milano-Bicocca partecipa sia alla Times Higher Education world sia al THE under 50 che, in particolare, mette in risalto le qualità dell'ateneo non legate alla reputation, rispettando la giovane età di alcune università. 

Il ranking THE pubblica ogni anno la sua graduatoria dei migliori Atenei mondiali sulla base di fattori quali la didattica, la ricerca, l’internazionalizzazione, la reputazione accademica, il rapporto in percentuale tra docenti-studenti e altri fattori.

U-Multirank è il ranking voluto dalla Commissione europea che permette agli utenti di classificare le Università in base ai risultati ottenuti in diversi ambiti: ricerca, insegnamento e apprendimento, trasferimento di conoscenze, orientamento internazionale e impegno a livello regionale; gli stessi che la Commissione europea cercherà di rafforzare, nel quadro del progetto di modernizzazione dell'istruzione superiore.

La UI GreenMetric World University Ranking è un'iniziativa lanciata nel 2010 dall’Universitas Indonesia per premiare le Università che contribuiscono a combattere il cambiamento climatico globale grazie alla riduzione della loro impronta di carbonio. Milano-Bicocca, a cui è stato assegnato il 106° posto nel mondo su 619 atenei coinvolti, è impegnata da anni nei progetti di sostenibilità ambientale. In particolare, grazie all’impegno dell’Area infrastrutture e approvvigionamenti dell’Ateneo e al gruppo Bicocca Ambiente Società Economia (BASE), Milano-Bicocca ha avviato una rete integrata di progetti nell’ambito dell’energia, dei rifiuti, della mobilità, dei cambiamenti climatici, dell’acqua, del cibo e dell’education. 

U-Multirank
U-Multirank

Didattica, qualità della ricerca scientifica e capacità di attrarre finanziamenti. Sono alcuni degli indicatori valutati al top da U-Multirank, la classifica internazionale indipendente finanziata dall’unione europea che prende in considerazione parametri come la percentuale di laureati, il tempo per completare i percorsi di studio, le pubblicazioni scientifiche, le collaborazioni internazionali, la mobilità degli studenti e l’impegno a livello regionale. Nella classifica sono considerati tutti i principali percorsi di studio universitari e post universitari.

Il ranking analizza le performance universitarie sulla base di un paniere di indicatori - circa trenta - adottando una metodologia multidimensionale: gli aspetti valutati sono cinque: didattica (“teaching and learning”), ricerca (“research”), trasferimento tecnologico (“knowledge transfer”), internazionalizzazione (“international orientation”) e rapporti con il territorio in termini di occupazione dei laureati e partnership con il sistema socioeconomico locale (“regional engagement").

Milano-Bicocca conquista il punteggio massimo (1 – Very good) per il numero dei giovani che fanno ricerca nell’ambito di posizioni post-doc e per le pubblicazioni scientifiche con co-autori internazionali e con co-autori del territorio, e per le pubblicazioni citate nei brevetti.

Inoltre, l’ateneo viene valutato positivamente per il numero di citazioni nell’ambito delle top publications (2 – Good) e per le pubblicazioni realizzate in partnership con l’industria. Valutazione “Good” anche per la capacità di attrarre finanziamenti dall’estero e in ambito regionale. 

Per quanto riguarda la didattica, “Teaching & learnig”, spicca la valutazione positiva (2) per il numero di studenti dei corsi di laurea magistrale che raggiungono la laurea e quello di coloro che la conseguono in corso.

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 18/07/2018