Venerdì, 01 Dicembre 2017

Loredana Luzzi è il nuovo Direttore Generale dell'Ateneo

Milano-Bicocca è il primo ateneo italiano ad avere Rettore e Direttore Generale donna.

Loredana Luzzi è il nuovo direttore generale dell’Università di Milano-Bicocca. Ad assegnarle l'incarico il consiglio d'amministrazione dell’Ateneo, su proposta del rettore Cristina Messa. Il nuovo direttore, il cui mandato durerà tre anni, entrerà in carica oggi. Già lo scorso 6 novembre il Senato Accademico aveva espresso parere favorevole.

L’Università di Milano-Bicocca, guidata dal rettore Cristina Messa, diventa l’unico Ateneo in Italia ad avere vertice politico e amministrativo al femminile.

«Auguro alla dottoressa Luzzi un ottimo lavoro – ha commentato il rettore Cristina Messa -. Allo stesso tempo ringrazio il dottor Marco Cavallotti per l'impegno di questi mesi come direttore generale in successione al dottor Candeloro Bellantoni, che è stato a lungo punto di riferimento per l’Ateneo. Con la dottoressa Luzzi, scelta tra una rosa di candidati di altissimo profilo tecnico e amministrativo, proseguiremo nel processo di innovazione e miglioramento qualitativo dei servizi che rendono Milano-Bicocca un Ateneo particolarmente attrattivo e vivace anche a livello internazionale».

«Sono particolarmente orgogliosa di questo incarico – ha detto Loredana Luzzi – e ringrazio il Rettore, Cristina Messa, il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione per la fiducia accordatami. Affronto il nuovo corso professionale con grande entusiasmo in una realtà che si caratterizza per essere fra le università più giovani, dinamiche e interessanti del Paese e volano di sviluppo economico, artefice di promozione sociale e territoriale. Con i dipendenti, i docenti e gli studenti potremo proseguire nel cammino di consolidamento e sviluppo dell’Università Milano-Bicocca».

Loredana Luzzi   
Milanese, sposata con una figlia, Loredana Luzzi si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano nel 1990. Ha maturato molteplici esperienze manageriali in ambito sanitario, dapprima in Unità Socio Sanitarie Locali (Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo), poi presso la Giunta della Regione Lombardia ricoprendo il ruolo di Direttore Amministrativo presso l'ASL della provincia di Lodi e l'Azienda Ospedaliera Guido Salvini di Garbagnate Milanese. È stata la curatrice del primo Piano Socio Sanitario Regionale (2002), di cui ha poi seguito le fasi attuative con particolare attenzione ai Piani Oncologico e Cardiovascolare. Dal 2015 è componente della Commissione Tecnica Paritetica Nazionale di Telemedicina.  Dal gennaio 2016 al novembre 2017 è stata Direttore Sociosanitario dell'ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda.

 

Guarda l’intervista

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 04/12/2017