da Mercoledì, 07 Marzo 2018 a Giovedì, 31 Maggio 2018

Artico. Viaggio interattivo al Polo Nord - 7 Marzo / 31 Maggio 2018.

“Il fatto che gli altri non ci erano riusciti. Questo fu il fatto essenziale che mi spinse per l’impresa del Polo” U. Nobile
orso polare alla mostra artico

In occasione delle celebrazioni per il Ventennale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, l’Ateneo ha ospitato, dal 7 marzo al 31 maggio 2018, la mostra “Artico – Viaggio interattivo al Polo Nord”, ideata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. L’esposizione, allestita presso l’Edificio U6, ha dato vita ad un progetto didattico rivolto alle scuole di ogni ordine e grado e ha sensibilizzato il pubblico e la cittadinanza su temi di forte impatto a livello globale. La mostra ha registrato un’affluenza di oltre 2000 persone.

Un’esperienza di divulgazione scientifica che ha lasciato un segno a ogni ospite: un percorso educativo tra storia e curiosità, tra la fauna e i suoni di un territorio dal clima rigido. Chi ha partecipato ha potuto seguire i viaggi e le traiettorie di Umberto Nobile con il dirigibile Italia, scoprire le diverse popolazioni che abitano il Polo Nord, come vivono e di cosa si nutrono.

I “viaggiatori” hanno potuto, ruotando un mappamondo intorno al sole, riprodurre l’illuminazione terrestre in un anno solare, distinguendo equinozi e solstizi, notti polari e il cosiddetto “sole di mezzanotte”.

Tramite un apposito video e un simulatore si è potuto osservare l’origine dell’aurora boreale: il sole che irradia energia sotto forma di onde elettromagnetiche, dette vento solare, raggiungono il nostro pianeta e assumono colori verdi o violacei-rosa a seconda che interagiscano con molecole di ossigeno oppure azoto.

E che dire dell’emozione nel vedere esemplari, di dimensione reale, di fauna artica? Alla mostra erano presenti l’orso polare, il simpaticissimo tricheco e lo strambo narvalo col suo dente lunghissimo.

Chi ha visitato la mostra ho potuto osservare un modello di iceberg all’interno di una vasca in plexiglass e telecomandare un modello in scala del rov shark, robot semisommergibile che viene utilizzato dagli scienziati per verificare la situazione dei ghiacci e il livello di inquinamento acquatico.

La mostra è stata un vero e proprio successo, grazie anche alla preparazione degli informatori scientifici: studentesse dell’Ateneo opportunamente preparate che sono riuscite a presentare il mondo dell’Artico con chiarezza, destando l’interesse di bambini, adulti, adolescenti ed insegnati.

Il 31 maggio si è concluso, dunque, un avventuroso viaggio ricco di curiosità, nozioni scientifiche e divertimento interattivo.