Venerdì, 28 giugno 2019

Bicocca rilascia le prime certificazioni di laurea Blockcerts

logo blockcerts

In Bicocca sono gli studenti dei corsi di laurea magistrale in Fisica ed Atrofisica e fisica dello spazio  che si sono laureati il 25 giugno a ricevere le prime certificazioni di laurea Blockcerts.

L’Università di Milano-Bicocca ha introdotto, grazie alla collaborazione con Cineca, un sistema digitale basato su blockchain per garantire agli studenti la validità e l’integrità di documenti e certificati ufficiali sul web. La nuova tecnologia permette di emettere documenti digitali certificati, assicurando che non siano manipolabili o falsificabili. Uno strumento moderno,  sicuro e sempre accessibile, utilizzabile ovunque nel mondo, grazie al quale gli studenti possono garantire l’autenticità e l’integrità del loro titolo di laurea a potenziali datori di lavoro e ad altre istituzioni.

"La rivoluzione digitale dell’industria e l’impatto dei paesi emergenti sul mercato globale del lavoro spinge i sistemi di alta formazione verso una trasformazione senza precedenti” – dice Paolo Cherubini, Prorettore dell'Ateneo ”Nei prossimi anni il concetto stesso di “laurea” si trasformerà radicalmente: non basta più studiare tre o cinque anni per accumulare le competenze sufficienti a un’intera vita produttiva. L’orientamento globale è verso percorsi di apprendimento flessibili, life-long, basati sull’accumulo di apprendimenti attraverso esperienze diverse, modulari, supportate da istituzioni e piattaforme diverse, e quindi certificati da diverse istituzioni e piattaforme. In questa nuova realtà il digital academic credentialing non è un’opzione, ma una necessità per facilitare la mobilità di studenti e laureati”.

 “In un panorama in rapido mutamento quale quello delle tecnologie digitali - commenta David Vannozzi, Direttore Generale di Cineca - la sfida per Cineca è quella di offrire ai Consorziati un'avanguardia tecnologica che possa allo stesso tempo garantire stabilità ed affidabilità nel lungo periodo - senza dimenticare il continuo dialogo e supporto verso i beneficiari ultimi di ogni innovazione: gli studenti, i cittadini e il paese”.

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 15/07/2019