Mercoledì, 30 dicembre 2020

Milano-Bicocca, il Covid non ferma la voglia di innovazione: presentati 24 progetti di Crowdfunding

logo crowdfunding piccolo

La pandemia non ha frenato la voglia di innovazione e la creatività della comunità Bicocca. Sono 24 le proposte arrivate a seguito della terza call di BiUnCrowd, il programma di finanza alternativa dell’Università di Milano-Bicocca, in partnership con Produzioni dal basso.

Sostenibilità ambientale e sociale, digitalizzazione dei servizi, salute e benessere, valorizzazione del territorio: sono questi i temi che hanno ispirato le candidature. Nella maggior parte dei casi, le proposte prevedono lo sviluppo di nuove applicazioni e piattaforme tecnologiche, ma non mancano veri e propri progetti di ricerca scientifica.

A conferma dello spirito multidisciplinare dell’iniziativa di raccolta fondi dal basso, i progetti presentati arrivano da 11 dipartimenti diversi: da giurisprudenza all’ambito scientifico, da psicologia a medicina, ma anche economia e sociologia.

La maggior parte delle candidature provengono dalla componente più giovane della comunità accademica: studenti (14) ed ex-studenti (7).

Quasi tutte le proposte (21) prevedono un lavoro in team che va da due a un massimo di dieci componenti; solo tre, invece, le candidature individuali. Nei team di cinque progetti sono coinvolti borsisti, assegnisti, ricercatori e professori provenienti da ambiti disciplinari diversi: in tutto sono circa 20 i docenti e ricercatori che partecipano alla terza call di BiUniCrowd a supporto dei project leader.

L’età media dei team leader è di 31 anni. A puntare all’obiettivo massimo di raccolta di 10mila euro sono 14 progetti su 24.

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 30/12/2020