Giovedì, 04 giugno 2020

Milano-Bicocca nel board del Digital Credentials Consortium

Per un sistema standard di credenziali digitali dei titoli universitari
Blockchain
L’Università di Milano-Bicocca è stata ammessa nel board del Digital Credentials Consortium (DCC), il consorzio internazionale di università nato due anni fa per realizzare: 
  • un sistema standard per le credenziali digitali di titoli e risultati accademici
  • un’infrastruttura con tecnologie open source per erogare, autenticare e verificare in tutto il mondo lauree, voti degli esami e certificazioni di apprendimento, in prospettiva “life-long learning”
Paolo Cherubini, professore del Dipartimento di Psicologia di Milano-Bicocca, è stato nominato membro del DCC Leadership Council. 
 
Bicocca è stata ammessa tra i soci fondatori e nel consiglio direttivo DCC in virtù della pluriennale esperienza nelle politiche di credenziali digitali, avendo già introdotto un sistema di certificazione dei titoli di laurea basato su blockchain. Grazie a questo progetto, l’Ateneo ha vinto lo scorso dicembre la medaglia d’argento ai QS – Reimagine Education Awards, gli Oscar internazionali dell’Istruzione. L’Università di Milano-Bicocca partecipa, inoltre, alla sperimentazione delle Digitally-Signed Credentials nell’ambito della European Digital Credentials Initiative (EDCI).
 
a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 04/06/2020