Giovedì, 14 marzo 2019

Piano straordinario per il reclutamento dei ricercatori

Per l’Università di Milano-Bicocca a disposizione 34 posti
ricercatrice in laboratorio

L’Università di Milano-Bicocca si classifica al primo posto, nella fascia degli atenei con una media dei docenti in servizio tra le 850 e le 1.099 unità, per numero di posti ottenuti dal Piano straordinario di reclutamento ricercatori appena firmato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Si tratta, in tutto, di 34 assunzioni (su un totale di 1.511 a livello nazionale), riservate ai ricercatori universitari di tipo b e previsti, con appositi stanziamenti, dall’Ultima Legge di bilancio. Posti, che, come spiegato dal ministro Marco Bussetti, «consentiranno a molti giovani di inserirsi in un percorso che li vedrà impegnati in attività di ricerca e di insegnamento, con il passaggio, dopo tre anni, al ruolo di professore associato».

Le risorse disponibili sono state ripartite tra le università in base ad alcuni parametri. E tra gli atenei con una media docenti inferiore a quota 1.100, l’Università di Milano-Bicocca ha ottenuto il maggior numero di posti disponibili, essendosi distinta per la qualità della sua ricerca e per il numero degli studenti iscritti in corso. I 34 posti per il reclutamento dei ricercatori si aggiungono a quelli messi a disposizione dal saldo dei punti organico 2018, che ha visto un incremento del 186 per cento dei punti organico (da 21 a 40) grazie al grande lavoro di qualità dei docenti, ricercatori e tecnici amministrativi del nostro Ateneo.

Secondo il Rettore dell’Università di Milano-Bicocca, Cristina Messa, questa è «una misura importante che favorisce il reclutamento di ricercatori per le Università che potranno così investire sul potenziamento delle attività di ricerca e sull’innovazione, fondamentale per il futuro di tutti noi. Siamo orgogliosi del risultato di Milano-Bicocca che raccoglie i frutti di un impegno comune del personale nell’elevare gli standard e la qualità della ricerca e della didattica».

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 14/03/2019