Mercoledì, 11 Aprile 2018

Tasse universitarie 2017/2018: pagamento seconda rata

Dall’11 aprile è possibile pagare la seconda rata per l'anno accademico 2017/2018.

I versamenti si effettuano tramite il bollettino MAV precompilato, stampabile direttamente dalla pagina Pagamenti presente nell'Area riservata dei servizi di segreteria on line. La procedura è interamente online, non saranno inviati bollettini a domicilio.

Si ricorda che per gli studenti beneficiari delle Borse di Studio (DS ed Ateneo), con disabilità e invalidità a partire dal 66% o la cui rata è inferiore a 5 euro il MAV non sarà presente nella pagina dei Pagamenti, in quanto esentati.

Inoltre, non troveranno il bollettino mav gli studenti il cui valore isee per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario è minore o uguale:

 

Area

Studenti meritevoli

Studenti non meritevoli

A

€ 26.843,82

€ 25.607,38

B

€ 24.538,49

€ 23.408,23

 


Il MAV è pagabile presso gli sportelli di tutti gli istituti bancari.
 

Il termine ultimo per effettuare il pagamento è il 15 maggio 2018

Il pagamento effettuato dopo la scadenza comporta un incremento dei contributi secondo percentuali crescenti in base al ritardo del pagamento:

  • incremento del 10% del dovuto per ritardati pagamenti da 1 a sessanta giorni
  • incremento del 15% del dovuto per ritardati pagamenti dal sessantunesimo giorno in poi.

 

Pagamenti tramite home banking/carte di credito

Il MAV è pagabile anche attraverso i circuiti bancomat e i servizi di home banking abilitati oppure con carta di credito online tramite il servizio PagoFacile  della Banca Popolare di Sondrio.

Per i pagamenti effettuati tramite home banking o carta di credito è necessario verificare attentamente le politiche e gli orari di accettazione delle disposizioni MAV e le eventuali commissioni applicate da questi servizi, consultando le informative PSD disponibili presso le filiali o i siti internet degli stessi.

In particolare si ricorda che molte banche non eseguono immediatamente i pagamenti disposti limitandosi alla sola presa in carico. In tale ipotesi l'operazione solitamente avrà data di esecuzione pari al giorno lavorativo seguente e, qualora questo sia successivo alle scadenze imposte, verrà richiesto il contributo aggiuntivo per ritardato pagamento.

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 17/04/2018