BARBERINI VALENTINA

Ruolo: 
Tecnico - amministrativo
Telefono: 
0264482050
0264482026
Stanza: 
U04, Piano: P02, Stanza: 2038
Piazza della Scienza, 4 - 20126 MILANO
U04, Piano: P02, Stanza: 2013
Piazza della Scienza, 4 - 20126 MILANO

Biografia

Ho una laurea con lode in Scienze Geologiche (2000) e un Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra (2004).

Fin dalla tesi di laurea mi sono appassionata all’attività di laboratorio (e per questo sono un geologo un po’ atipico). Oltre a varie apparecchiature per prove di deformazione sperimentale di rocce, nel corso dei miei studi e nelle attività successive (post doc) ho avuto modo di apprendere ed applicare varie tecniche analitiche (diffrazione a raggi X su polveri, SEM, microsonda EDS e WDS, fluorescenza a raggi X, diffrazione da neutroni applicata allo studio delle tessiture / LPO). Nell’ambito delle attività di dottorato e post-doc. ho lavorato all’estero per un periodo complessivo di un anno (University of Manchester, UK,; ETH Zurich, CH; ILL, Grénoble F)

Dal 1 ottobre 2007 lavoro come tecnico di laboratorio presso il Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e della Terra (ex Dipartimento di Scienze Geologiche e Geotecnologie). In questo periodo mi sono occupata di meccanica delle rocce, caratterizzazione dei terreni e tomografia a raggi X. Ho avuto modo, oltre ad acquisire nuove competenze dal punto di vista tecnico, di occuparmi anche dell'aspetto "gestionale" dei laboratori: dalla ricerca e acquisto di materiali di laboratorio e strumentazioni alla gestione di guasti e manutenzioni.

Sotto la supervisione del Prof. Igor Villa, ho seguito dall'inizio l'allestimento del laboratorio che ospita lo spettrometro di massa per gas nobili e l'installazione di questo strumento (che in parte è un prototipo, con tutte le problematiche che questo comporta).

Dal 2012, dopo un periodo di messa a punto, mi occupo delle analisi per datazioni col metodo 40Ar/39Ar e della gestione dello spettrometro di massa.

Dal 2016 mi occupo del sito web DISAT, che ho "costruito", nelle sue versioni Wordpress e poi Drupal, insieme ai colleghi dell'Ufficio Web (Sistemi Informativi).

Dal 2018, nell’ambito del Progetto Dipartimenti di Eccellenza, faccio parte del Comitato Scientifico del Centro GEMMA (Geo-Environmental Measuring and Monitoring from multiple plAtforms), per il quale mi sto occupando dell’acquisizione di apparecchiature.

Mi piace molto il mio lavoro perché è vario e mi ha permesso, nel corso degli anni, di imparare ad utilizzare molti strumenti e tecniche di laboratorio e perché mi ha dato la possibilità di lavorare con molte persone.

Pubblicazioni

  • Zucali, M., Barberini, V., Chateigner, D., Ouladdiaf, B., & Lutterotti, L. (2010). Brittle plus plastic deformation of gypsum aggregates experimentally deformed in torsion to high strains: quantitative microstructural and texture analysis from optical and diffraction data. In M.I. Spalla, A.M. Marotta, & G. Gosso (a cura di), Advances in Interpretation of Geological Processes: Refinement of Multi-scale Data and Integration in Numerical Modelling (pp. 79-98). Geological Society. Dettaglio
  • Zanchetta, S., D'Adda, P., Zanchi, A.M., Barberini, V., & Villa, I.M. (2011). Cretaceous-Eocene compression in the central Southern Alps (N Italy) inferred from 40Ar/39Ar dating of pseudotachylytes along regional thrust faults. JOURNAL OF GEODYNAMICS, 51, 245-263. Dettaglio
  • Bosio, G., Malinverno, E., Villa, I., Di Celma, C., Gariboldi, K., Gioncada, A., et al. (2020). Tephrochronology and chronostratigraphy of the Miocene Chilcatay and Pisco formations (East Pisco Basin, Peru). NEWSLETTERS ON STRATIGRAPHY, 53(2), 213-247. Dettaglio
  • Barberini V, Burlini L, & Zappone A (2007). Elastic properties, fabric and seismic anisotropy of amphibolites and their contribution to the lower crust reflectivity. TECTONOPHYSICS, 445(3-4), 227-244. Dettaglio
  • Barberini, V., Burlini, L., Rutter, E.H., & Dapiaggi, M. (2005). High-strain deformation tests on natural gypsum aggregates in torsion. In D. Bruhn, & L. Burlini (a cura di), High-strain zones: structure and physicalproperties (pp. 277-290). Geological Society of London. Dettaglio