Studenti Comunitari, Equiparati* e stranieri già residenti in Italia**

Procedura di immatricolazione

Ricorda che in Italia è possibile iscriversi all'Università solo con un Diploma conseguito dopo almeno 12 anni di scolarità e che consenta l’iscrizione all’Università nel Paese al cui ordinamento scolastico appartiene.

 

Se sei in possesso di un titolo di studio straniero e sei un cittadino comunitario (anche italiano), equiparato* o un cittadino extra UE già residente in Italia** devi seguire la seguente procedura: 

1) Seguire la procedura di immatricolazione online indicata nelle pagine del tuo corso di laurea.

2) Effettuare l’upload nelle “Segreterie online” dei documenti relativi al tuo titolo di accesso straniero.

 Se hai intenzione di iscriverti al test di un corso di laurea a numero programmato leggi attentamente il bando di concorso.

ATTENZIONE: per l'immatricolazione ai corsi ad accesso programmato dovrai prima iscriverti e superare un test d'ingresso. Inoltre alcuni corsi ad accesso libero prevedono obbligatoriamente una Verifica della Preparazione Iniziale. Quindi leggi attentamente le istruzioni indicate nelle pagine del tuo corso di laurea

Documenti richiesti in caso di titolo di accesso straniero

Approfondimenti

TITOLI DI STUDIO ESTERI VALIDI PER L’ACCESSO ALL’UNIVERSITA’

Consulta gli approfondimenti del MIUR sui titoli di studio esteri validi per l'accesso all'università:

*: sono equiparati ai  cittadini comunitari i cittadini di Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera, Repubblica di San Marino e Santa Sede. Sono inoltre equiparati i rifugiati e i titolari di protezione sussidiaria, nonché il personale in servizio nelle Rappresentanze diplomatiche estere  e neegli organismi internazionali aventi sede in Italia-accreditato presso lo Stato italiano o la Santa Sede-e relativi familiari a carico (solo coniugi e figli).

**: I cittadini extra UE  regolarmente soggiornanti in Italia (titolari di carta di soggiorno, ovvero di permesso di soggiorno per lavoro subordinato, lavoro autonomo, motivi familiari, asilo politico, asilo umanitario, motivi religiosi, ovvero agli stranieri regolarmente soggiornanti da almeno un anno in possesso di titolo di studio superiore conseguito in Italia, nonché agli stranieri, ovunque residenti, che sono titolari dei diplomi finali delle scuole italiane all'estero o delle scuole straniere o internazionali, funzionanti in Italia e all'estero, oggetto di intese bilaterali o di normative speciali per il riconoscimento dei titoli di studio e soddisfino le condizioni generali richieste per l'ingresso per studio.)

a cura di Area della formazione, ultimo aggiornamento il 12/03/2018