Martedì, 14 aprile 2020

Praticare sport e giocare ai videogiochi action hanno effetti opposti sulla capacità di attenzione prolungata negli adolescenti

ragazza che si allaccia le scarpe da fitness

Uno studio del Dipartimento di Psicologia di Milano Bicocca, dal titolo “How difficult is it to maintain adolescents’ sustained attention? The differential effects of video games and sports” pubblicato sulla rivista Quarterly Journal of Experimental Psychology – rivela che i videgiocatori di azione hanno una ridotta capacità di attenzione sostenuta rispetto ai videogiocatori non di azione e che lo sport è lo strumento più efficace di potenziamento dell’attenzione.  

I ricercatori del team della Prof. Girelli, coautrice dello studio, hanno esplorato la relazione tra pratica sportiva e l’uso di videogiochi action intervistando un campione di 310 adolescenti, per poi valutare, in modo dettagliato, la capacità di mantenere l’attenzione per un periodo prolungato di tempo in un sottogruppo di ragazzi (N=76) variabilmente coinvolti nella pratica sportiva e nei videogiochi di azione.

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 14/04/2020