World Music Orchestra

violinista

La World Music rappresenta una realtà consolidata nel panorama musicale mondiale e sempre più diffusa anche nei programmi concertistici. Tale successo deriva dal desiderio della musicologia contemporanea di diffondere le tradizioni popolari di realtà culturali diverse, anche le più remote, ma anche dalla consapevolezza che il sincretismo musicale, che sfrutta elementi di variegate culture, consente di arrivare ad un vasto pubblico.
Altro aspetto che caratterizza la World Music è la semplicità del linguaggio melodico e armonico, che la rende particolarmente fruibile da parte di chi la ascolta o la esegue, fatta salva la necessità di conoscere “sul campo” le esigenze delle differenti prassi esecutive delle diverse culture musicali che vi confluiscono.

L'organico

Realizzare un’orchestra di World Music formata da giovani studenti universitari che abbiano già una buona conoscenza di qualsivoglia strumento musicale appare relativamente semplice o meno impegnativo rispetto ad una orchestra da camera o sinfonica. 

In primo luogo, perché per un’orchestra di World Music non sono necessari strumenti base, come invece avviene nei gruppi rock, che richiedono un organico base insostituibile (chitarra, basso, batteria), o nelle orchestre da camera o sinfoniche, il cui organico minimo fisso comprende archi, fiati e se necessario le percussioni. 

In secondo luogo, perché il materiale musicale di base è in linea di massima molto semplice in ambito melodico e armonico, a differenza delle composizioni accademiche, per le quali occorre un livello di partenza decisamente alto, per evitare di realizzare un progetto musicale di basso profilo. Questa semplicità di linguaggio di base consente anche a chi non abbia una grande esperienza musicale, purché dotato di una buona conoscenza del proprio strumento, di partecipare in modo attivo e funzionale alla realizzazione di un’orchestra di World Music.

Un altro aspetto molto positivo è rappresentato dall’assoluta fruibilità da parte di pubblici diversi, sia per età sia per frequentazione di concerti o più in generale di musica anche registrata (in auto, in casa, in ufficio, ma forse mai in sala da concerto).

La World Music Orchestra dell’Università di Milano Bicocca è composta da:

  • Alberto Serrapiglio, Direttore e clarinetto
  • Stefania Mormone, Direttore e pianoforte
  • Fabio Cozzi, chitarra
  • Federica Di Lauro, chitarra
  • Marco Vanoni, chitarre e strumenti a corda
  • Monica Chiara Onida, flauto traverso
  • Gabriella Pasi, flauto traverso
  • Alexya Maria Isabella Salari, voce e flauto traverso
  • Anna Difino, oboe e corno inglese
  • Paolo Galli, oboe
  • Matteo Pelagatti, sax
a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 27/05/2020