Lunedì, 30 marzo, 2020

Milano-Bicocca, a lezione di ecologia marina su Youtube

Come vivono i pesci tropicali? Anche i coralli si ammalano? Quali sfide per le Maldive? Da oggi è possibile scoprirlo con le video lezioni dei ricercatori del MaRHE Center dell’Università di Milano-Bicocca messe a disposizione di tutti su Youtube.

Il progetto “Connettere le menti al tempo del Coronavirus” comprende una serie di video lezioni, ognuna della durata di circa 50 minuti, su un tema diverso, preparate dai ricercatori del MaRHE, il centro di ricerca e alta formazione dell’Ateneo milanese specializzato in ecologia marina delle Maldive.

I primi a connettersi saranno gli studenti delle scuole superiori della Rete Nazionale degli Istituti Agrari (Renisa).  Il progetto pilota nasce, infatti, da un’iniziativa di Paolo Galli direttore del MaRHE Center e di Patrizia Marini, presidente della Rete e dirigente scolastico dell’Ita Sereni di Roma e si avvale della collaborazione dell’Acquario di Genova nell’ambito del protocollo di intesa che vede i due istituti uniti nella ricerca e nella divulgazione finalizzate alla conservazione degli ambienti marini.

In un momento in cui tutte le attività didattiche frontali sono sospese, l’Ateneo milanese e la Renisa hanno deciso di intraprendere un percorso formativo in linea con il motto di EXPO2020DUBAI: “Connettere le menti, creare il futuro”.

«È un modo per essere vicini agli studenti - spiega Paolo Galli, direttore del Centro MaRHE e delegato della rettrice per le attività di EXPO2020DUBAI - parlando di temi importanti come la salvaguardia di ambienti come quelli maldiviani, famosi in tutto il mondo per i loro pregi naturalistici. È, inoltre, un modo per interpretare lo spirito di EXPO2020DUBAI. La prossima esposizione universale, che si terrà a Dubai, ha come tema è Connecting Minds, Creating the Future: Perché non iniziare collegandoci virtualmente? Viviamo in un contesto storico in cui abbiamo la possibilità di poter comunicare e travasare conoscenza come mai prima d’ora».

«Ho avuto modo di visitare il centro MaRHE insieme a 11 studenti e a una collega - spiega Patrizia Marini, coordinatrice nazionale delle Reti degli Istituti Agrari Italiani e dirigente scolastico dell’Istituto agrario Sereni di Roma -. Durante la mia permanenza gli studenti hanno potuto seguire il progetto didattico dal titolo “studenti e ricercatori in campo alle Maldive: cambiamento climatico, gestione emergenza plastiche, adattamento e mitigazione”. Sono rimasta colpita dalla qualità della struttura scientifica e dalla professionalità dei ricercatori dell’Ateneo coinvolti nel progetto. Ogni ricercatore ha saputo trasmettere competenze ed entusiasmo ai ragazzi di quarta e quinta che hanno partecipato al progetto. La collaborazione con la Bicocca è nata tre anni fa a Milano, durante un convegno sul tema dell’acqua. Nell’ambito della rete nazionale degli istituti agrari abbiamo continuato a coltivare il nostro rapporto di stima e collaborazione».

«Come Ateneo ci siamo subito attivati per poter erogare didattica a distanza grazie anche alla tecnologia già disponibile in ciascuna delle nostre aule - spiega Giovanna Iannantuoni, rettrice dell’Università di Milano-Bicocca -. Questo progetto aggiunge valore a quanto già fatto sino ad ora in quanto permette di connettere ricercatori del mio Ateneo con giovani ragazzi, dando loro l’opportunità di conoscere in anteprima alcuni degli argomenti di studi che vengono affrontati all’Università ed aiutarli anche nello scegliere il proprio percorso formativo. Il MaRHE è un centro consolidato all’interno dell’Ateneo, nato oltre 10 anni fa da una stretta collaborazione con il Governo della Repubblica delle Maldive e in grado in questi anni di connettere ricercatori e studenti di tutto il mondo. Abbiamo deciso di inserire queste lezioni su una piattaforma aperta in modo tale che oltre agli studenti delle Rete Agraria chiunque possa connettersi e seguirle con l’augurio che possa essere d’aiuto ad alleviare il particolare momento che stiamo vivendo».

«Coerentemente con la propria missione, l’Acquario propone numerose iniziative di tipo educativo e divulgativo e pertanto è molto felice di aderire a questa iniziativa – dichiara Roberta Parodi, Responsabile Servizi Educativi dell’Acquario di Genova – perché ritiene che in un momento come questo, durante il quale le persone sono tenute a trascorrere la maggior parte del tempo tra le mura domestiche, sia molto importante avere degli strumenti che consentono di avere un legame con quello che accade fuori e con i propri interessi».

Guarda le lezioni