Fondi a disposizione dei dottorandi

Dal secondo anno di corso, a ciascun dottorando sia con che senza borsa, viene messo a disposizione un budget per l'attività di ricerca in Italia e all'estero di importo non inferiore al 10% della borsa. Tale somma viene gestita direttamente dal centro servizi e dal dipartimento a cui afferisce il corso di dottorato.

Il budget della ricerca può essere impiegato a favore sia dei borsisti che dei non borsisti per rimborso spese sostenute per missioni o iscrizioni a convegni, seminari, scuole, spese per la redazione della tesi, spese per seminari e conferenze di docenti esterni, per acquisto di materiali di consumo, di servizi e di manutenzione di apparecchiature e strumenti.

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 07/07/2017