Come fare per....

Sospensione dell'attività di ricerca

Il dottorando ha la possibilità di chiedere una sospensione fino ad 1 anno per i seguenti motivi:

  • maternità
  • grave e documentata malattia
  • particolari motivi personali
  • assunzione a tempo indeterminato presso la pubblica amministrazione durante il periodo di prova
  • frequenza TFA

 

E’ necessario inviare a dottorati@unimib.it il modulo “Sospensione frequenza” allegando copia di un documento d’identità e l’eventuale documentazione che giustifichi la richiesta di sospensione. Durante il periodo di sospensione cessa l’erogazione dell’eventuale borsa di studio.

Secondo il nuovo Regolamento dei Corsi di Dottorato (a partire quindi dal 29° ciclo), durante l'eventuale proroga della la discussione della tesi di dottotato, la sospensione puo' essere chiesta solo ed esclusivamente in caso di maternità o grave malattia.     

Al termine del periodo, il dottorando dovrà comunicare al settore Scuola di Dottorato la ripresa della frequenza attraverso il modulo “Ripresa dell’attività didattica” firmato dal coordinatore.

Qualora il dottorando debba recuperare un periodo di sospensione complessivamente superiore ai 6 mesi è previsto che debba rinnovare l'iscrizione all'a.a. in cui avviene il recupero della frequenza, tramite il solo pagamento dell'imposta di bollo vigente.

Rinuncia

La rinuncia a proseguire il corso di dottorato può essere effettuata in qualsiasi momento. Il candidato deve consegnare allo Sportello della Scuola di Dottorato, previo appuntamento telefonico, il modulo “Rinuncia agli studi” ed una marca da bollo di 16 euro.

La borsa di studio viene mantenuta fino alla data della rinuncia.

Attività lavorativa/didattica

L’iscrizione al dottorato comporta un impegno a tempo pieno. Eventuali attività lavorative che comportano un impegno orario limitato devono quindi essere autorizzate dal collegio docenti.

I dottorandi possono svolgere attività di tutorato degli studenti dei corsi di studio dell’Università ed attività di didattica integrativa, senza aumento della borsa di studio, entro un limite massimo di 40 ore in ciascun anno accademico.

Per svolgere attività didattica retribuita invece è necessario chiedere l’autorizzazione al Coordinatore, inviando a dottorati@unimib.it il modulo di “richiesta di autorizzazione allo svolgimento di incarico retribuito”.

Richiesta certificati

Per norma di legge L’Ateneo può rilasciare solo certificati in marca da bollo, utilizzabili solo nei rapporti privati, sui quali verrà riportata la dicitura prevista dalla legge: "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi".

E’ possibile richiedere certificati di frequenza, di iscrizione con o senza l’importo della borsa, di conseguimento titolo sia in italiano in inglese inviando a dottorati@unimib.it il modulo “Richiesta certificati”.

A seguito della richiesta inviata, verrà generato un MAV che sarà visualizzabile nella pagina personale delle Segreterie online.

Costo:

  • € 16,00 per il modulo di richiesta  certificati;
  • € 16,00   per il rilascio di ogni certificato

 

Dopo qualche giorno, il certificato potrà essere ritirato allo sportello su appuntamento oppure potrà essere spedito al proprio domicilio (costo della spedizione: 10 euro in Italia, 15 euro all’estero).

Le Pubbliche Amministrazioni per legge non possono richiedere certificati, ma solo autocertificazioni, stampabili dalla pagina personale delle Segreterie Online. 

Duplicato badge

Deterioramento, smarrimento o furto

E’ possibile richiedere un duplicato accedendo alla pagina personale delle segreterie online, selezionando la voce “Richiesta duplicati”.

Sarà poi necessario inviare una mail a dottorati@unimib.it  allegando

- la richiesta stampata

- la ricevuta di pagamento del MAV

- copia della denuncia di smarrimento/furto (o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà)

- fotocopia del documento d’identità

Costo del duplicato: euro 20

Assicurazione

Tutti i dottorandi sono coperti da assicurazione sia contro il rischio di infortuni che contro il rischio di responsabilità civile verso terzi in Italia ed all’estero durante tutte le attività lavorative (studio e ricerca). 

 
Per ulteriori approfondimenti e per la richiesta di un’attestazione della copertura assicurativa, consultare la sezione assicurazioni
Servizio ristorazione

I dottorandi hanno la possibilità di consumare pasti a prezzi agevolati presso le mense universitarie ed i punti di ristoro convenzionati.

Il costo dei pasti è suddiviso in varie fasce a seconda dell’ISEE. 
 
 
Per approfondimenti sui servizi di ristorazione, consultare le seguenti pagine
Residenze universitarie

Gli studenti dei cicli XXXVI, XXXIII e XXXII regolarmente iscritti all’aa 2018/19 possono presentare domanda per l’assegnazione di uno dei 50 posti letto a tariffa agevolata presso la residenza universitaria Ed. U22 a Sesto San Giovanni.

Per partecipare al bando è necessario compilare l’apposito modulo riportato in calce e consegnarlo presso l’Ufficio Tasse Ed. U17 o inviarlo per email a segr.studenti.tasse@unimib.it entro la data di scadenza indicata sul bando.

Verranno stilate due graduatorie:

  • una graduatoria intermedia pubblicata a fine ottobre per l’assegnazione dei posti ai dottorandi del 1° e 2° anno a partire dal 2 novembre 2018
  • una graduatoria finale pubblicata a febbraio 2018 per l’assegnazione dei posti a partire dal 1°marzo 2019

 

Bando alloggio dottorandi 2018/19

Modulo di partecipazione

Call – University residence 2018/19

Form – University residence

Missioni

Prima di recarsi in missione (sia per soggiorni di ricerca all’estero sia quando si partecipa a congressi/summer schools) è necessario compilare il modulo missioni (online o cartaceo) ed essere autorizzati dal coordinatore del corso e dal direttore del dipartimento di afferenza.

Al rientro dalla missione, per ottenere il rimborso delle spese sostenute, si dovrà completare il modulo precedentemente compilato, allegando i documenti giustificativi originali.

Tutta la documentazione dovrà essere poi consegnata al Centro Servizi che la trasmetterà all’Ufficio Missioni dell’ateneo per la liquidazione.

a cura di Scuola di dottorato, ultimo aggiornamento il 06/07/2018