Finanziamenti alla Ricerca

ricercatrici

L'Università degli Studi di Milano-Bicocca promuove la ricerca con fondi interni e coordina e partecipa a numerosi progetti di ricerca sostenuti da finanziamenti nazionali pubblici e da investimenti privati in ambito regionale e nazionale, oltre che da finanziamenti internazionali.

Fondo di Ateneo – Quota Competitiva

Il Fondo di Ateneo – Quota competitiva è istituito con lo scopo di sostenere progetti di ricerca con elevati standard di qualità che pur avendo ottenuto valutazioni molto positive in rigorose procedure di valutazione da parte degli enti finanziatori, non abbiano raggiunto le soglie necessarie per il finanziamento. Scopo primario del fondo è quello di consentire, in presenza di valide idee progettuali, un’attività di ricerca che permetta di sviluppare tali idee e eventualmente di ripresentare la domanda a successivi bandi degli enti finanziatori.

Il Fondo ha anche lo scopo di stimolare e aumentare la presentazione di progetti di ricerca presso sedi istituzionali.

Il nuovo Bando FAQC 2020 prevede che non siano in ogni caso ammissibili a finanziamento i progetti che abbiano ricevuto la valutazione da parte dell'Ente Finanziatore, in data antecedente al 01/07/2019.

Il termine per la presentazione delle domande di contributo FAQC all’interno della terza finestra temporale 2020 è fissato alla data del 30/10/2020 h. 24.00.

Fondo di Ateneo – Quota Dipartimentale

L’Ateneo stanzia annualmente, su risorse proprie del bilancio universitario, l’ammontare destinato al Fondo di Ateneo per la realizzazione di attività di ricerca proposte dai Dipartimenti.

A tal fine con Decreto Rettorale Rep. n. 3036 Prot. n. 39118/18 del 19/06/2018 è stato emesso il “Regolamento per l’attribuzione da parte dei Dipartimenti del Fondo di Ateneo, Quota Dipartimentale (FAQD)”.

Le risorse sono assegnate a ciascun Dipartimento proporzionalmente al numero di docenti e ricercatori afferenti alla data del 31/12/2020.

Possono presentare richiesta di finanziamento i suddetti docenti e ricercatori purché ancora in servizio presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca alla data di scadenza del Bando annuale. (Art.1.3 del suddetto Regolamento), ovvero al 25/02/2021.

Le domande devono essere presentate tramite l’applicativo Iris come indicato nella Guida alla presentazione che sarà disponibile nei prossimi giorni.

Si ricorda che è’ possibile partecipare ad una sola richiesta di finanziamento sia come proponente che come partecipante.

CALENDARIO DEI LAVORI:

  • Nomina commissioni dipartimentali e trasmissione dei nominativi dei componenti all’Area della Ricerca (entro il 18/12/2020)
  • Definizione e trasmissione all’Area della Ricerca dei criteri di valutazione a cura delle commissioni dipart.. (entro il 22/01/2021)
  • Diffusione dei criteri di valutazione a tutti gli interessati (entro il 29/01/2021)
  • Presentazione delle domande di finanziamento da parte dei docenti/ricercatori (dal 02/02/2021 al 25/02/2021)
  • Validazione delle domande di finanziamento da parte del Direttore di Dipartimento (dal 26/02/2021 al 03/03/2021)
  • Valutazione delle domande di finanziamento da parte delle commissioni dipartimentali (dal 04/03/2021 al 24/03/2021)

Per richieste di chiarimenti è possibile rivolgersi all'indirizzo e-mail: ricerca@unimib.it, oppure contattare il Settore Grant Office, Ufficio Finanziamenti Nazionali, Regionali e da Privati

Bicocca Starting Grants

L’Università degli Studi di Milano-Bicocca istituisce il Bando Bicocca Starting Grants destinato a titolari di Assegno di Ricerca di tipo A o B e che sono in possesso dei requisiti richiesti dal bando.

Il Premio intende favorire il percorso di carriera dei giovani ricercatori, sostenere ricerche interdisciplinari e intersettoriali e favorire la collaborazione tra i dipartimenti dell’Ateneo.

Il Bicocca Starting Grants è un bando aperto a tutti gli ambiti scientifico/culturali in cui è attivo l’Ateneo.

Istruzioni:

Ogni progetto deve prevedere obbligatoriamente un team di proponenti composto esclusivamente da assegnisti di ricerca e da un minimo di due assegnisti di ricerca afferenti almeno a due distinti dipartimenti. Il team è coordinato da uno degli assegnisti che assume il ruolo di Principal Investigator, il quale compilerà il modulo A sottostante, completo degli allegati richiesti. Tutti i componenti del team devono possedere i requisiti previsti all’ art. 2.a del bando.

I componenti del team diversi dal Principal Investigator dovranno compilare il modulo B sottostante, completo degli allegati richiesti.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato alla data del 15/10/2020 h. 24.00

Bicocca Starting Grants (English Version)
Bicocca Starting Grants (English Version)

The University of Milano-Bicocca establishes the Bicocca Starting Grant call for holders of research fellowships of type A or B and who meet the requirements required by the call.

The award aims to foster the career path of young researchers, support interdisciplinary and intersectoral research and encourage collaboration between the University departments.

The Bicocca Starting Grants is a call open to all scientific / cultural areas in which the University is active.

Instructions:

Each project must include a team of applicants made up exclusively of research fellows and a minimum of two research fellows belonging to at least two distinct departments. The team is coordinated by one of the fellows who takes on the role of Principal Investigator and will complete the form A below, with all the required attachments. All team components must possess the requirements foreseen by the art. 2 of the call.

The team members other than the Principal Investigator must complete the form B below, complete with the required attachments.

The deadline applications is set on 15/10/2020 h.24.00.

  • Bicocca Starting Grants Call – 2020 Edition
  • Authorization file for research fellows – word format
  • Project BStG file – word format
Finanziamenti Nazionali

Bandi MIUR

Con l'evoluzione della normativa nazionale per il finanziamento di "Ricerche di Rilevante Interesse Nazionale", il MIUR ha avviato un nuovo meccanismo di assegnazione di fondi, basato su precisi punti qualificanti: il cofinanziamento, il lavoro di ricerca di gruppo e il principio della valutazione dei progetti di ricerca.

Si tratta dei Programmi di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN) che prevedono proposte di ricerca libere e autonome, senza obbligo di riferimenti a tematiche predefinite a livello centrale.

I PRIN privilegiano le proposte che integrano varie competenze e apporti provenienti da Università diverse. 
Per la ricerca di carattere applicativo, sono attenti a proposte che evidenziano una particolare considerazione verso gli eventuali utilizzatori dei risultati.

 Altri bandi di finanziamento possono essere reperiti consultando il sito del MIUR. 

Finanziamenti Regionali

Regione Lombardia supporta la ricerca in settori strategici emergenti, sostiene l’innovazione su tutto il territorio lombardo attraverso la legge regionale n. 29 del 23 novembre 2016 “Lombardia è Ricerca e Innovazione”, individua gli strumenti per promuovere la cultura della ricerca responsabile e sostenere il trasferimento tecnologico e di competenze dal mondo della ricerca.

Un ruolo di primaria importanza rivestono in questo quadro I POR. Sono i programmi operativi regionali attraverso i quali vengono finanziati i progetti di sviluppo sul territorio regionale. I POR sono co-finanziati dai Fondi strutturali dell'Unione Europea che sono i principali strumenti finanziari della politica regionale dell'Unione europea ed il cui scopo è quello di rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale riducendo il divario fra le regioni più avanzate e quelle in ritardo di sviluppo.

Esistono tre Fondi strutturali principali da cui l’Ateneo riceve contributi, a seguito di partecipazione a bandi competitivi:                                                                       

  • il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) favorisce l’innovazione nelle micro, piccole e medie imprese, le attività collaborative di ricerca e sviluppo, le reti e le sinergie tra differenti soggetti imprenditoriali e il sistema della ricerca, la domanda pubblica di ricerca, sviluppo e innovazione per migliorare la sostenibilità dei servizi e ottimizzare la spesa pubblica attraverso gli appalti pubblici pre-commerciali:

 

Bando Accordi per Ricerca e Innovazione (POR-FESR 2014-2020)

Bando R&S per Aggregazioni  (POR-FESR 2014-2020)

 

  • il Fondo sociale europeo (FSE) promuove ed incentiva politiche mirate ad accompagnare il rilancio delle dinamiche occupazionali, adottando un approccio trasversale a diversi gruppi target e, al contempo, capace di intervenire sui singoli fattori cruciali che ostacolano, rallentano o rendono ancora inefficiente il processo per le diverse categorie di lavoratori e di imprese interessati;

 

  • il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr) fondo agisce per lo sviluppo del settore agricolo caratterizzato da equilibrio territoriale, ambientale e climatico. La strategia d’intervento è composita e mira all’innovazione e alla competitività settoriale e allo sviluppo dei territori rurali.

 

Regione Lombardia mette a disposizione le informazioni, valorizza e mette in rete le competenze  attraverso la piattaforma

www.openinnovation.regione.lombardia.it , a cui ricercatori possono accedere creando un proprio account.

 
Finanziamenti Internazionali

A livello internazionale esistono molti enti che propongono bandi e programmi per finanziare la ricerca in ogni ambito. Tra questi ricordiamo i programmi Horizon 2020 e Life +, l’European Research Council (ERC) o il National Institutes of Health (NIH).

In questo quadro i finanziamenti erogati dall’Unione Europea costituiscono un’opportunità fondamentale per realizzare i propri progetti di ricerca. Durante il 7° Programma Quadro (2007-2013), l’Ateneo ha realizzato 65 progetti, mentre con Horizon 2020 (2014-2020), il nuovo programma europeo per la ricerca, l’Ateneo ha già conseguito importanti risultati, ricevendo oltre 8 milioni di euro suddivisi tra 34 progetti, di cui 12 con il ruolo di coordinatore.

GRANT OFFICE INTERNAZIONALE

Il Grant Office internazionale è parte dell’Area della Ricerca e fornisce supporto nella ricerca di bandi e nella fase di preparazione e presentazione delle proposte progettuali.

Finanziamenti Privati

I progetti di ricerca dell'Ateneo sono sostenuti anche tramite l'ottenimento di finanziamenti privati, attraverso l'erogazione di contributi e la partecipazione a bandi indetti da Fondazioni, Associazioni ed Aziende

Le fondazioni sono entità private operanti senza fini di lucro, dotate di piena autonomia decisionale per la definizione della propria missione istituzionale.

La loro azione è rivolta al perseguimento di obiettivi di utilità sociale anche nei settori della ricerca scientifica e nel trasferimento tecnologico.

In tal senso le fondazioni operano però con strumenti differenti:

  • Fondazioni di erogazione (grant making): concedono a terzi le risorse necessarie a svolgere l'attività di ricerca e sviluppo;
  • Fondazioni di gestione (operating foundation): svolgono direttamente l'attività d'indagine scientifica ed industriale;
  • Fondazioni intermediarie (fund raising): operano per la raccolta di fondi da destinare alla ricerca e all'innovazione.

 

Gli Enti Finanziatori, che maggiormente contribuiscono al finanziamento di progetti di ricerca, sia in ambito nazionale che internazionale, sono:

  • Fondazione Cariplo: Fondazione di origine bancaria che concede contributi a fondo perduto alle organizzazioni del Terzo Settore per la realizzazione di progetti di utilità sociale. Fondazione Cariplo opera in quattro aree: Ambiente, Arte e Cultura, Ricerca Scientifica, Servizi alla Persona. I contributi sono assegnati principalmente attraverso vari strumenti erogativi: bandi, erogazioni emblematiche, territoriali, istituzionali e patrocini.

          Tutte le istruzioni per la partecipazione ai Bandi 2019 della Fondazione Cariplo alla pagina: Fondazione Cariplo 2019

a cura di Redazione Ricerca, ultimo aggiornamento il 03/10/2020