Fondazione Cariplo 2018

Settori di intervento

La Fondazione Cariplo, nel perseguire i propri obiettivi strategici ha predisposto i nuovi bandi  con scadenza per l’anno 2018

 

 Area Ricerca scientifica:

  • Ricerca biomedica sulle malattie legate all'invecchiamento (scadenza h. 17 del 20 Marzo 2018). Per informazioni contattare Laura Crespi, laura.crespi@unimib.it
  • Ricerca sociale sull’invecchiamento persone, luoghi e relazioni (scadenza ore 17 del 05 Aprile 2018). Per informazioni contattare Roberto Chillemi, roberto.chillemi@unimib.it
  • Economia circolare: ricerca per un futuro sostenibile  (scadenza ore 17 del 16 aprile 2018). Per informazioni contattare Teresa Gallicchio teresa.gallicchio@unimib.it)

 

Area Ambiente:

  • Capitale Naturale (scadenze: pre-progetto h. 17 del 23 Marzo 2018 - progetto definitivo h. 17 del 13 settembre 2018). Per informazioni contattare Roberto Chillemi, roberto.chillemi@unimib.it
  • Coltivare Valore (Bando congiunto con Area Servizi alla Persona, scadenza fase 1: 05 Aprile 2018). Per informazioni contattare Roberto Chillemi, roberto.chillemi@unimib.it

 

Area Servizi alla Persona:

  • Housing sociale per persone fragili (senza scadenza). Per informazioni contattare Laura Crespi, laura.crespi@unimib.it
  • Bando Sport, un’occasione per crescere insieme (bando congiunto Regione Lombardia—Fondazione Cariplo, scadenza h. 17 del 30 marzo 2018). Per informazioni contattare Laura Crespi, laura.crespi@unimib.it
IN EVIDENZA- AREA RICERCA SCIENTIFICA

 

  • Per verificare se sussiste l'obbligo di AUDIT, occorre considerare la soglia di 250.000€ (per progetti senza partenariato) o la formula 250.000*(n-1) in caso di partenariato. Per i bandi 2018, l'importo da assumere a riferimento si ottiene moltiplicando i costi eleggibili inseriti nel piano economico (somma delle voci A06, A07, A08, A09 e A10) per il coefficiente 1,25.
  • Per i bandi "Ricerca biomedica condotta da giovani ricercatori e "Ricerca biomedica sulle malattie legate all'invecchiamento", i progetti dovranno dimostrare l'avvenuta approvazione dello studio da parte del Comitato Etico di riferimento. In caso di progetti che prevedono sperimentazioni animali, sarà necessario informare la Fondazione dell'avvenuta autorizzazione a procedere da parte del Ministero della Salute non appena disponibile e comunque entro la richiesta di saldo del contributo.
  • La Fondazione non prenderà in esame le proposte presentate dal titolare di un progetto già finanziato nell’ambito di precedenti bandi dell’Area Ricerca della Fondazione (esclusi i bandi in partenariato con altre agenzie di finanziamento) e ancora in corso. Per titolare di un progetto si intende il responsabile scientifico di una unità operativa, capofila o partner.
  • Con riferimento ai titolari di progetto è inoltre prevista la presentazione di una sola proposta progettuale.

 

Per le altre Aree si consiglia di leggere attentamente il testo del bando.

Presentazione dei progetti

Per la presentazione dei progetti in qualità di capofila è necessario essere registrati nell'area riservata del sito della Fondazione Cariplo inviando una specifica richiesta all'indirizzo: ricerca@unimib.it .

Nel caso in cui si è partner non occorre essere registrati.

I Bandi e le linee guida complete delle modalità di presentazione dei progetti e di erogazione del contributo sono disponibili sul portale della Fondazione Cariplo.
Oltre il testo del bando, si consiglia la lettura dei seguenti documenti:

Policy IPR di Fondazione Cariplo:  Download ITA   Download EN    Vademecum 

Policy Open Access:  Download ITA    Download EN  

Linee Guida del piano di comunicazione

Linee Guida per la citazione del contributo

Guida alla presentazione 

Criteri generali per la concessione del contributo

Se si sta presentando un progetto con un partner straniero, il quale non abbia prodotto documenti che attestino la sua iscrizione in albi/elenchi/registri riservati a soggetti privi di scopo di lucro, occorre scaricare il Modello per la dichiarazione non lucrativa del partner.

Iter procedurale interno

Il proponente deve compilare il form on-line entro 10 giorni antecedenti la scadenza del bando a cui intende partecipare.

Nel form on-line occorre inserire mediante la funzione di upload:

  • scheda progetto compilata in formato excel in tutte le sue parti (scheda e piano economico);
  • certificazione delle risorse debitamente firmata dal proponente e dal direttore del dipartimento (il modello è stampabile dalla scheda progetto);
  • lettera accompagnatoria in formato pdf (la lettera - una per ogni partner - verrà automaticamente generata nell’area riservata del sito internet della Fondazione, in fase di compilazione del Modulo progetto da parte del capofila che dovrà inviarla per la sottoscrizione ai partner);
  • eventuale accordo di partenariato come da modello allegato. Tale accordo dovrà obbligatoriamente descrivere il ruolo e il budget assegnato a ciascun partner, dovrà essere stampato su carta intestata dell'ente di appartenenza e sottoscritto dal legale rappresentante o suo delegato. (Nel caso in cui UNIMIB non sia capofila, si suggerisce di chiedere al capofila il modello di accordo da sottoscrivere)

Dopo la compilazione e l'invio del form on-line a cura del proponente, per le unità di ricerca UNIMIB:

  • nel caso in cui il capofila sia un'unità di ricerca UNIMIB, il Settore Grant Office procederà direttamente all'inserimento dei documenti relativi a UNIMIB, firmati dal Pro-Rettore alla Ricerca, prof. Gianfranco Pacchioni, nel modulo progetto sul sito della Fondazione Cariplo, mentre i documenti sottoscritti dagli altri partner dovranno essere raccolti dal proponente ed inseriti a suo carico sul sito della Fondazione Cariplo.
  • nel caso in cui il capofila sia un altro Ente, i documenti firmati verranno restituiti in formato elettronico, mediante scansione dell'originale, al proponente che provvederà a trasmetterli al capofila per l'inserimento sul sito della Fondazione Cariplo.

 

Documenti necessari per presentare la richiesta di contributo

L'organizzazione che richiede un contributo deve inoltrare con modalità elettronica alla Fondazione Cariplo i seguenti documenti obbligatori:

  • modulo progetto da compilarsi on-line sul sito della Fondazione Cariplo da parte dell'Ente Capofila;
  • lettera accompagnatoria (la lettera verrà automaticamente generata nell’area riservata del sito internet della Fondazione in fase di compilazione del modulo progetto); nel caso di progetti in partenariato ogni partner dovrà produrre la propria lettera accompagnatoria;
  • accordo di partenariato (in caso di progetti con partner);
  • piano economico dettagliato in formato pdf;
  • descrizione dettagliata del progetto in formato pdf;
  • piano di comunicazione in formato pdf;

La lettera accompagnatoria e l'eventuale accordo di partenariato devono essere sottoscritti dal Legale rappresentante di ciascun Ente o suo Delegato.

IMPORTANTE: si fa presente che per i bandi dell'area ricerca scientifica i modelli per la descrizione dettagliata del progetto, per il piano economico dettagliato e per il piano di comunicazione sono scaricabili dalla sezione “dati complementari” mentre per gli altri bandi si fa riferimento alla guida alla presentazione.

Determinazione del costo del personale

Per il personale strutturato (docenti e ricercatori) si fa riferimento alle tabelle di costo predisposte dall'Area del personale.

Convenzionalmente si fa riferimento al costo orario corrispondente ad un impegno annuo pari a 1500 ore come previsto dal'art.6 della L. 240/2010.

Per il personale non strutturato nella formulazione delle voci di spesa si fa riferimento ai seguenti costi:

Assegni di ricerca

  • importo minimo annuo € 23.786,55
Approfondimenti

Per la compilazione del Modulo Progetto si richiama inoltre l'attenzione ai seguenti temi: 

  • per i progetti in partenariato la definizione del ruolo dei diversi soggetti (partner, finanziatore, fornitore, sponsor tecnico) deve tener conto della disciplina illustrata nella Guida alla Presentazione;
  • l'indicazione della data d'avvio e fine progetto costituisce un elemento fondamentale nella formulazione della proposta progettuale e si riflette nell'articolazione del Piano Economico che potrà essere organizzato per "azioni";
  • per UNIMIB l'IVA risulta ammissibile in quanto non detraibile. Per le voci di spesa che non prevedono l'applicazione dell'IVA (es: personale) scegliere l'opzione extra IVA;
  • l’acquisizione della relazione del revisore dei conti esterno è necessaria se l’ammontare dei costi eleggibili moltiplicato per un coefficiente di 1,25 è uguale o superiore al limite calcolato utilizzando la seguente formula:

 

            (n-1) *250.000                 n = numero dei soggetti che formano il partenariato (incluso il capofila).

 

Caso A- obbligo per il partenariato di acquisire la relazione del revisore: Le procedure di verifica della spesa saranno necessarie solo in riferimento ai soggetti che autocertificano spese per un importo superiore ai 125.000 €.

Caso B- NON è necessario che il partenariato acquisisca la relazione del revisore: I singoli partner restano obbligati comunque ad acquisire la relazione del revisore se l’ammontare delle spese autocertificate è maggiore o uguale a 250.000 €.

Il relativo costo del revisore dei conti è imputabile alla voce di spesa "Prestazioni professionali di terzi". Si consiglia di prevedere per il costo del revisore un importo pari all’1% + IVA dei costi da autocertificare. E’ ammissibile solo il costo della certificazione sostenuto al termine del progetto, eventuali certificazioni intermedie non sono richieste e pertanto non sono ammissibili

 

 

a cura di Redazione Ricerca, ultimo aggiornamento il 22/02/2018