Educazione nella società contemporanea

Il dottorato in Educazione nella Società Contemporanea (ESC), di recente istituzione, ha come oggetto di ricerca, sul quale confluiscono molteplici discipline e metodi, le grandi sfide educative poste dalle trasformazioni in atto nella contemporaneità. Si configura quindi come un percorso di alta formazione che prepara ricercatori esperti dei processi formativi, educativi, didattici e di apprendimento, in grado di interpretare tali trasformazioni e sfide e di offrire risposte teoreticamente ed empiricamente fondate grazie alla ricerca.

 

Coordinatore:  Prof.ssa Laura Formenti

Vicecoordinatore: Prof.ssa Ilaria Grazzani

Obiettivi e tematiche di ricerca

Il percorso, della durata di tre anni, mira alla realizzazione di progetti di ricerca pedagogici, psicologici, filosofici e di taglio interdisciplinare.

Il dottorato ha una forte impronta internazionale: ai dottorandi è richiesto di effettuare un soggiorno di studio e/o ricerca all’estero di almeno 6 mesi e di presentare il proprio lavoro in conferenze internazionali; sono favorite le co-tutele e gli scambi grazie alle collaborazioni con un ventaglio di atenei prestigiosi in tutto il mondo. L’eccellenza della proposta formativa si esprime sia nella profondità del piano teorico-epistemologico, sia nelle elevate e riconosciute competenze metodologiche, che consentono al collegio di presentare una ricchezza e varietà di metodologie di ricerca: qualitative (narrative, etnografiche, interpretative), quantitative, sperimentali, partecipative.

La collaborazione con le imprese sociali, con il mondo della scuola e con una varietà di enti e imprese pubblici e privati favorisce la ricerca applicata e l'impatto dei risultati di ricerca nella società.

I progetti di ricerca pedagogica, psicologica, filosofica e interdisciplinare realizzati presso il dottorato affrontano le grandi sfide educative della società contemporanea legate a fenomeni emergenti come:

-       interculturalità e migrazioni;

-       diffusione e uso delle nuove tecnologie e dei media;

-       trasformazioni della scuola e della didattica;

-       cambiamenti negli scenari lavorativi e professionali;

-       radicalizzazione, violenza e fondamentalismi;

-       forme emergenti e latenti di disagio, esclusione, ingiustizia;

-       apprendimento lifelong, lifewide e lifedeep;

-       accesso alla formazione e al lavoro;

-       riconoscimento delle competenze e degli apprendimenti informali;

-       comunicazione come fonte di benessere individuale e collettivo;

-       promozione dello sviluppo armonico della persona.

Sbocchi occupazionali

Oltre alla tradizionale carriera accademica, il dottorato forma profili altamente specializzati per le imprese pubbliche e private (scuole, aziende sanitarie, enti di formazione e ricerca, imprese sociali e della cooperazione internazionale ecc.) dove la ricerca sia messa al servizio di azioni e processi di natura formativa, educativa, didattica, orientativa, sociale e di cura.

Le competenze specifiche di carattere teorico e metodologico, oltre che trasversali, progettuali, relazionali, acquisite grazie al dottorato, la capacità di raccogliere, analizzare, organizzare e interpretare dati complessi, l’esperienza internazionale e intersettoriale, mettono in grado il dottore di ricerca in educazione di assolvere funzioni esperte nella ricerca applicata, nella consulenza e nel coordinamento dei processi formativi, nell’ideazione, scrittura, monitoraggio e valutazione di progetti, in particolare nell’accesso a finanziamenti su bandi competitivi.

Tali attività caratterizzano profili di esperti, ad esempio, in:

-        progettazione, valutazione e supervisione della formazione

-        orientamento e formazione al lavoro

-        coordinamento di servizi e progetti socio-educativi

-        progettazione educativa, formativa e didattica nei servizi per l’infanzia

-        progettazione di ambienti on line e processi formativi ed educativi con i nuovi media

progettazione di Serious Games, simulazioni virtuali interattive, applicazioni tecnologiche per la comunicazione, la formazione e l’apprendimento

Composizione Collegio Docenti

Didattica

Il dottorato in Educazione nella Società Contemporanea (ESC) prevede la realizzazione, in tre anni, di un progetto di ricerca, sotto la guida di un docente del Collegio di dottorato (tutor) ed eventualmente di uno o più supervisori, anche stranieri, che garantiscono la qualità del progetto e orientano il dottorando nella costruzione del proprio profilo scientifico, inserendolo in un gruppo di ricerca e in una comunità scientifica coerente con i suoi interessi.

Per sostenere lo sviluppo delle molteplici e complesse competenze richieste oggi a un ricercatore, il dottorando è inserito fin dall’inizio in un percorso strutturato in corsi, seminari e incontri di monitoraggio, e con momenti di valutazione intermedi e finali per ogni anno di corso.

Oltre ai corsi è richiesta al dottorando la partecipazione attiva alla vita scientifica, culturale e didattica del Dipartimento, agli incontri regolari con il tutor/supervisore e con il docente responsabile del ciclo e alle attività di verifica formativa (semestrali), volte ad assicurare la qualità e stato di avanzamento del progetto di ricerca.

La frequenza ai corsi è obbligatoria fino all’acquisizione di 12 CFU, dei quali almeno 2 nei corsi organizzati dalla Scuola di dottorato dell’Ateneo. 

I corsi e seminari che danno origine a crediti sono: 

1. Competenze trasversali (comprende i moduli: Strumenti tecnologici per la ricerca, Ricerca bibliografica, Workshop di scrittura scientifica) (4 CFU): forma le competenze necessarie per l’ideazione, gestione e comunicazione del progetto di ricerca.

2. Metodologia (percorso introduttivo, I anno e percorso avanzato, II anno) (4 CFU): offre un’introduzione alla varietà di metodi e strumenti di ricerca utilizzati nel collegio (I anno) e momenti di approfondimento/supervisione metodologica centrati sui progetti dei dottorandi (II anno)

3. Corso di Pedagogia (2 CFU) 

4. Corso di Psicologia (2 CFU)  e/o Corso di Filosofia [Link] (2 CFU).

 La Scuola di dottorato dell’Ateneo organizza 4 corsi – Competenze di base, Gestione della ricerca, Valorizzazione della ricerca e Percorsi interdisciplinari - suddivisi in moduli a iscrizione separata, per dare la possibilità ai dottorandi di costruire il proprio percorso personalizzato. L’obbligo formativo prevede l’acquisizione di 2 CFU all’interno di questa offerta di corsi (vedi pagina del sito).

Calendario lezioni e variazioni

Calendario delle lezioni

Avvisi, news ed eventi

Corso propedeutico alla ricerca pedagogica, 6 aprile-18 maggio 2018

Il dottorato propone per il 2018 un corso breve, laboratoriale, centrato sulla costruzione del progetto di ricerca e rivolto a laureandi e laureati magistrali di tutte le discipline, insegnanti, professionisti dell’educazione ed esperti di formazione che intendono rafforzare la propria preparazione teorica e metodologica in ambito pedagogico, in vista di un dottorato, della partecipazione a bandi o dell’inserimento lavorativo in enti e funzioni che richiedano competenze di base nella ricerca pedagogica. Il corso ha anche una funzione orientativa per chi intenda partecipare al bando di ingresso al dottorato.

Ulteriori informazioni al seguente link:

http://www.formazione.unimib.it/corso-propedeutico-alla-ricerca-pedagogica/

a cura di Scuola di dottorato, ultimo aggiornamento il 10/05/2018